Borghetto: documenti via internet, il Comune aiuti gli anziani

BORGHETTO. «Tanti anziani non sanno usare il computer e sono quindi in difficoltà. Il Comune dovrebbe fare qualcosa per aiutarli. Forse sarebbe il caso di aprire quel famoso ‘centro di ascoltò che il sindaco aveva promesso di istituire durante la campagna elettorale». La proposta arriva dal capogruppo della lista civica di minoranza “Lega per Borghetto” Pier Paolo Villa. Secondo il consigliere del Carroccio l’attuazione di quel progetto rimasto in sospeso è oggi più che mai attuale e necessaria: «L’Inps ha stabilito che da quest’anno i pensionati dovranno scaricare il loro cud direttamente dal sito Internet dell’Istituto. Tanti borghettini di una certa età si sono rivolti a me perché sono in difficoltà con l’uso del computer o della Rete o perché non hanno capito la procedura per ottenere i documenti. Prima delle elezioni il sindaco Gandolfo aveva annunciato di voler aprire presso il palazzo civico un ufficio al quale gli anziani si sarebbero potuti rivolgere per avere spiegazioni e aiuto per il disbrigo di questioni burocratiche quali bollette,pratiche sanitarie e tecniche e altro. Considerando le difficoltà riscontrate in questo periodo da molti concittadini, credo che questa sia l’occasione giusta per dare vita a questo sportello”. Immediata la replica dell’amministrazione comunale: “Per quanto riguarda il Cud – spiegano il primo cittadino Gianni Gandolfo e il suo vice Stefania Maritano – i cittadini possono rivolgersi ai Caf e agli altri uffici simili presenti sul territorio. Queste sono le istituzioni migliori alle chiedere assistenza perché hanno un filo diretto con l’Inps e questo può semplificare molto le cose». Per quanto riguarda invece il“centro di ascolto”i due amministratori precisano: «Ci stiamo lavorando. Attuare il progetto non è facile. Ci sono molte questioni burocratiche da risolvere e moltissimi aspetti pratici dei quali tenere conto. Il primo e più importante riguarda il personale da mettere allo sportello: la macchina comunale è molto frammentata e ‘settoriale’, perciò occorre trovare qualcuno che abbia molteplici conoscenze trasfersali».