Borghetto S. Spirito: “Ultimo treno per l’ex oleificio” – Pier Paolo Villa contario alla costruzione delle torri

«La zona dell’ex Oleificio Roveraro è un’occasione imperdibile, è un “ultimo treno” che questo territorio saturo di cemento non può permettersi di perdere». A dirlo Pier Paolo Villa, consigliere comunale della Lega Nord. Villa sembra schierarsi contro l’ultima ipotesi circolata sul dopo demolizione dell’ex oleificio che prevede di realizzare al suo posto due torri con appartamenti e strutture ricettive. Villa prende posizione anche sulle modifiche al progetto per il nuovo approdo nautico. Spiega il capogruppo del Carroccio: «Noi crediamo fermamente che la brutta posizione in cui si trova la nostra cittadina rispetto a temi così importanti sia il frutto di decenni durante i quali hanno purtroppo prevalso interessi personali a discapito dei cittadini e delle loro ragionevoli aspettative. Questo è quanto abbiamo avuto il coraggio di dichiarare e denunciare pubblicamente durante la campagna elettorale e che, con la stessa convinzione e fermezza, torniamo a ribadire e sottolineare oggi, in una fase di stallo in cui questioni meramente politiche prendono il sopravvento rispetto al reale interesse della cittadina, del suo territorio e dei suoi abitanti ed ospiti. Siamo preoccupati rispetto al vociferare e alle indiscrezioni di questi giorni, che riportano in attualità fantasmi del passato che prevedrebbero, a nostro parere, un ulteriore deturpamento di Borghetto e del suo territorio». Aggiunge: «La zona dell’ex Oleificio è un’occasione imperdibile. Sarebbe auspicabile che tutti comprendessero l’importanza di questa chance, a partire dall’amministrazione e dai proprietari. E sarebbe altrettanto fondamentale una presa di posizione in tempi ragionevolmente brevi, e di conseguenza un passaggio comunicativo e consultivo nei confronti dei cittadini i quali, come abbiamo dichiarato uniformemente in campagna elettorale, devono diventare parte attiva nelle scelte importanti dell’amministrazione». Termina Pier Paolo Villa: «Per quanto concerne l’approdo turistico, comprendiamo chiaramente la necessità di far ripartire i lavori nel più breve tempo possibile, ma siamo fermamente convinti che tutto ciò non debba avvenire “a tutti i costi”. Anche in questo caso ribadiamo quanto già dichiarato pubblicamente in campagna elettorale. Nell’esecuzione dei lavori sono state riscontrate delle difformità rispetto al progetto iniziale, e noi restiamo intenzionati a vigilare nell’esclusivo interesse dei cittadini. Deve finire il tempo in cui sono commesse irregolarità e nessuno sia ritenuto responsabile, alla luce soprattutto del fatto che l’amministrazione comunale aveva individuato un organo di alta sorveglianza».

Lascia un commento