Caccia, la Regione chiede la riapertura del tavolo per la revisione dei key concepts

Mai: “Intervenire su alcune incongruenze a livello europeo”

Regione. La Regione Liguria ha inviato richiesta formale all’assessore della Regione Puglia, capofila della Commissione Politiche Agricole presso la Conferenza permanente per i rapporti tra Stato e Regioni, per riaprire celermente un tavolo di confronto con i ministeri dell’Ambiente, delle Politiche agricole e delle Politiche Comunitarie finalizzato alla revisione e aggiornamento del documento key concepts con una trasmissione al governo italiano e alla Commissione europea di una relazione scientifica documentata.

Lo annuncia l’assessore regionale alla caccia Stefano Mai (nella foto) in merito ai key concepts, cioè alle indicazioni che ogni Stato europeo fornisce sull’inizio della migrazione prenuziale e post riproduttiva di ogni specie di avifauna.

“Abbiamo anche chiesto che al tavolo partecipino i tecnici delle associazioni venatorie riconosciute come da regolamento europeo in materia – spiega l’assessore Mai – lo scopo è di rivedere i key concepts andando a intervenire su alcune incongruenze a livello europeo che riguardano, per esempio, il prelievo del tordo bottaccio, su cui la Liguria ha vinto di recente un ricorso contro il governo. Su questa specie, nella limitrofa Francia il prelievo è consentito fino al 20 febbraio, mentre in Liguria non va oltre il 31 gennaio”.

IVG.IT 11-02-16