Gravi condizioni igieniche nel centro storico di Genova – Mozione del Consigliere Comunale Edoardo Rixi

Il Consiglio Comunale, PREMESSO

Che la calura ferragostana targata 2012 ha creato non pochi problemi igienici urbani a causa delle precarie condizioni di pulizia, ma certamente le zone di Prè e dei vicoli hanno subìto i maggiori disagi, nonostante l’impegno degli operatori AMIU seppure con l’avvento delle ferie estive il servizio è stato notevolmente ridotto per carenza di personale;

CONSIDERATO

Che residenti, turisti nonché i clienti degli ormai pochi negozi rimasti di alimentari e di prodotti italiani si sono visti costretti, per tutto agosto, a passare tra cumuli di spazzatura abbandonata in ogni angolo, senza il benché minimo rispetto;

EVIDENZIATO

Che il problema maggiore è dettato dall’inosservanza delle regole, specie degli stranieri che gestiscono la maggioranza ormai delle attività commerciali in zona: si trovano così non solo cartoni e spazzatura d’ogni genere ovunque, ma addirittura residui ortofrutticoli e di tagli di lavorazione delle carni;

Che un’altra problematica è legata alla presenza di numerosi stranieri, affittuari negli appartamenti-dormitorio che coabitano in dieci/quindici in pochissimi vani peraltro privi di corrispondenza di condizioni igieniche;

Che anche le numerose impalcature presenti nella zona, divenute ormai “parte integrante” dell’arredo urbano del Centro Storico (vedi quelle di via Prè 12), sono praticamente ricettacolo di spazzatura e regno incontrastato di colonie di topi;

Che uno dei punti più eloquenti del problema su evidenziato è vico del Gallo: nonostante la regolare pulizia da parte degli operatori AMIU – si parla addirittura di tre volte al giorno – è quotidianamente in una condizione da “bollino rosso” che, specie nel corso dell’estate, mette seriamente a rischio la salute di residenti e passanti;

TENUTO CONTO

Che condizioni igieniche come quelle sopracitate determinano un concatenamento di altri disagi: dalla presenza di colonie di mosche che invadono vicoli e alloggi, alle numerose zanzare che rendono la notte più difficile a chi vi abita e non può certamente tenere le finestre chiuse;

Che odori nauseabondi e scarafaggi a manciate fanno da ulteriore cornice al desolante quadro della realtà dei vicoli;

IMPEGNA IL SINDACO

Ad adottare severi provvedimenti verso chi nei carruggi e nella zona di Prè, di piazza Campetto, piazza Banchi e zona San Lorenzo sistematicamente persevera nel comportamento incivile, incurante delle regole;

A lavorare alacremente in sinergia con gli ispettori AMIU e con il supporto della Polizia Municipale, nell’applicazione perentoria di pesanti sanzioni ai “disobbedienti”, anche in virtù dell’art. 28 del Capitolo V del Regolamento di Polizia Urbana, al fine di perseguire una volontà atta a scoraggiare simili comportamenti che mettono a serio rischio la città sul piano igienico-sanitario, tenuto conto che le fin qui adottate linee politiche basate sul dialogo e sulla tolleranza hanno prodotto un ulteriore imbarbarimento della situazione con gravi ripercussioni sul piano economico, abitativo, sociale e turistico della zona.

            Il Capogruppo Edoardo Rixi

            E dai Consiglieri: LAURO – CAMPORA – BARONI (PdL) GIOIA (Udc)

Lascia un commento