Dispersione scolastica in Liguria – Comunicato stampa del Consigliere Comunale di Genova Edoardo Rixi

Ho voluto portare all’attenzione anche del Consiglio Comunale di ieri 13/11/12 quanto evidenziato in questi giorni dall’ISTAT in merito al preoccupante dato relativo alla dispersione scolastica .

Nel 2010 4.000 studenti liguri, soprattutto alunni di istituti professionali e scuole di formazione, hanno interrotto lo studio, un dato che ha visto una crescita, in un anno, dal 12,2% al 16,2%,.

E’ vero che va fatto un distinguo tra dispersione ed evasione: la dispersione è riferita al fenomeno nel suo insieme, mentre l’evasione è legata all’attività individuale messa in atto dal singolo minore.

E’ evidente che il comune denominatore di tale fenomeno però sono i rischi in cui questi adolescenti possono incappare : dal bullismo, alla violenza negli stadi, dalla microcriminalità alla droga, piaghe sociali dalle quali uscirne diventa spesso impossibile.

Tenuto conto che i maschi sono maggiormente propensi alla dispersione e negli stranieri aumenta il rischio dal 12 al 23,6% ecco delinearsi il grave rischio delle bande latinos, sempre più corpose a livello numerico e che imperversano lungo le delegazioni cittadine aggravandone il già elevato degrado ed il profondo senso di insicurezza che i genovesi stanno vivendo.

La dispersione scolastica è un problema che non deve essere sottovalutato né demandato ad altri : ogni Ente Istituzionale deve fare la propria parte.

I giovani sono un investimento per il nostro futuro e non possono essere abbandonati : il dato emerso è un campanello d’allarme che va assolutamente compreso e affrontato da subito attraverso l’adozione di efficaci contromisure.

Per questo ho inteso chiedere al Comune un impegno concreto su questo fenomeno.

IL Consigliere Comunale di Genova

Edoardo Rixi

Lascia un commento