Interpellanza criticità agenti di P.M – Genova

Genova, 11/12/13

Prot. PG/2013/377350

Al Signor Sindaco

Comune di Genova

SEDE

INTERPELLANZA

PREMESSO che sono praticamente nove mesi che gli Agenti di P.M. stanno attendendo una risposta dall’Amministrazione, relativamente alla trattativa contro i tagli alle indennità accessorie, che salvaguarderebbe un centinaio di euro dei loro emolumenti;

RICORDATO che non è solo la questione suindicata a creare un sostanziale malessere tra gli Agenti, ma esistono una serie di ulteriori criticità che meriterebbero attenzione dall’Amministrazione:

  1. La mancanza dei mezzi di trasporto, in quanto il parco macchine è carente di 50 unità e quelle in loro possesso hanno un contachilometri che tocca i 150 mila. Risultava esservi in embrione una gara d’appalto per l’acquisto di nuovi mezzi, ma nessuna informazione aggiornata è attualmente in circolazione;
  2. Risulta tutt’ora non in realizzazione l’appalto per le divise. Secondo la nuova normativa dovrebbero riportare la dicitura “Polizia Locale”;
  3. Gli Agenti attendono, altresì, notizia della messa in rete delle telecamere atte a consentire una miglioria della sicurezza e del dialogo con altre forze di polizia;

EVIDENZIATO che anche in riguardo ai palmari il cui costo d’acquisto ha rappresentato una spesa di 150mila euro per le casse comunali, si attende il loro utilizzo: in una nota del 28.3. u.s., il competente Assessore alla legalità e Diritti, in risposta a mia interrogazione RS dell’8.2.13-Prot. 115677/322 R.S- affermava  peraltro che “nonostante le note difficoltà economiche del momento, l’attuale Amministrazione ha ritenuto opportuno completare il percorso già avviato e mettere a disposizione il finanziamento minimo necessario per l’acquisto delle licenze (software- necessarie all’utilizzo operativo dei palmari – n.d.r.).

Tale procedimento di acquisizione è attualmente in corso ed è una fase indispensabile cui seguirà : l’installazione del software, la formazione, la distribuzione e  l’utilizzo da parte del personale addetto”;

CONSIDERATO che a fronte di quanto sopra, nonostante i propositi di puntare sull’efficienza e la tecnologia, ciò che emerge sono le chiusure delle sezioni e l’abolizione del NAC per contenere i costi;

INTERPELLA LA S.V.

Per conoscere

-Per ciò che riguarda l’indennità di rischio per il lavoro in strada, i turni serali  ed il possesso dell’arma, considerati i tempi trascorsi, se l’Amministrazione ha raggiunto un accordo e può dare nelle prossime settimane una risposta in merito che sia non solo di rassicurazione ma di concreta azione;

-Se è stato dato corso all’iter procedurale per l’acquisto di nuove autovetture che  siano meglio rispondenti alle esigenze della P.M.;

-A fronte del provvedimento adottato dalla Giunta Regionale che, da marzo 2013, ha previsto l’adozione di nuove divise uguali per la polizia locale di tutta la Regione, se la procedura di acquisto delle nuove divise è realizzata “in housing”, ossia da ogni singolo Comune,  oppure dalla Regione e, soprattutto, in che tempi si prospetta l’adozione della nuova livrea;

-Se è intenzione dell’Amministrazione procedere alla messa in rete delle telecamere di cui sopra indicate;

-Per la questione palmari, invece, a che punto è l’iter di acquisizione delle risorse economiche necessarie per l’acquisto delle licenze software che consentono l’utilizzo effettivo dei palmari

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi