Interpellanza prostituzione Via della Maddalena, Ge

Genova, 20/11/13

Prot. PG/2013/354048

Al Signor Sindaco

Comune di Genova

 SEDE

INTERPELLANZA

VISTO che nella recente riunione del Comitato di ordine pubblico e sicurezza risulta essere stata ipotizzata dalla Procura una misura atta a contrastare il fenomeno della prostituzione, soprattutto nel quartiere della Maddalena : la confisca degli appartamenti affittati alle lucciole, peraltro quasi sempre di proprietà di persone ben note alle Forze dell’Ordine;

CONSIDERATO che anche il Presidente del Municipio Centro Est ha lanciato un grido d’allarme sul fenomeno,  dichiarando che “bisogna colpire i bassi perché significa intervenire sullo sfruttamento”;

EVIDENZIATO

-Che nel Suo programma elettorale, signor Sindaco, non vi è alcun riferimento alla prostituzione, né appurandone la crescita e la presenza né indicandone  piani di possibile intervento, mi chiedo se per Lei è un finto problema o se proprio non esiste, nonostante le evidentissime presenze nei vicoli attorno a via Garibaldi, zone a Lei note;

-Che ad agosto, l’Assessore con delega alla legalità, sul fenomeno affermava che “ serve un approccio a monte e tanto lavoro”, pur mostrandosi preoccupata per assenza in bilancio di fondi adeguati per supportare iniziative delle unità di strada;

APPURATO che la Maddalena è prepotentemente sotto assedio prostituzione, ma molte altre zone si stanno riempiendo di prostitute, con evidente espansione a macchia d’olio  di spaccio e criminalità, in gran connubio con la prostituzione;

SOTTOLINEATO che il silenzio del Primo Cittadino su tale preoccupante situazione è molto grave;

SI INTERPELLA LA S.V.

Per conoscere

-A distanza di quasi 18 mesi dal Suo insediamento,  la linea politica che Lei intende adottare sul fronte prostituzione, tenendo in considerazione che via della Maddalena e buona parte del Centro Storico sono fortemente “invase” da dette presenze e che proprio dal Suo insediamento, e quindi con il perseguire una totale assenza istituzionale e politica sul fronte di contrastare tale fenomeno, la presenza delle prostitute si è di gran lunga raddoppiata e non permette, di certo, di presentare positivamente la città al turismo e tanto meno offre garanzie di sicurezza, vivibilità e igiene ai genovesi ed ai residenti delle zone interessate;

-A seguito di quanto determinato dal Comitato di ordine pubblico e sicurezza, quali gli interventi di immediata attuazione sono stati effettuati e quali risultati hanno prodotto.

 

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi