Interrogazione degrado P.zza Acquaverde – Stazione Principe

Genova, 23/10/2013

Prot. n.RS/2013/335

Al Signor Sindaco

Comune di Genova

SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO che le zone adiacenti la Stazione Principe, e non da oggi, sono molto in degrado, vuoi per cantiere infinito Ferrovie Italia, vuoi per l’incuria di cittadini e non, vuoi per il disinteresse del Comune verso il decoro della città;

CONSIDERATO che già dalle prime ore del giorno, sia la pensilina adiacente l’edicola di piazza Acquaverde, sia i giardini attigui sono occupati da senza fissa dimora e clandestini che dormono avvolti in cartoni e coperte : cartolina non propriamente turistica che si offre a chi giunge in città e tanto meno decorosa per i genovesi medesimi;

VISTO che anche durante il giorno, i giardini in questione, posti attorno al monumento di Colombo, sono dimora di clochard, immigrati e clandestini che occupano perennemente le panchine presenti nonché gli spazi verdi che diventano anche cestini di rifiuti, data la presenza di carte, bottiglie vuote, cartocci con avanzi di cibo, ecc. e, soprattutto, specie nel corso del periodo estivo, l’emanazione di odori sgradevoli e la condizione igienico-ambientale tutt’altro che ideale;

APPRESO che anche attraverso la stampa qualche cittadino ha lamentato tale situazione, evidenziando che la statua di Colombo è un “simbolo “ma che intorno “tutto è sporco e non curato, quindi una conferma che un biglietto da visita del genere non è accettabile per la nostra città;

INTERROGA LA S.V.

Per conoscere quali strumenti l’Amministrazione ha a disposizione per eliminare e contrastare il degrado di piazza Acquaverde e se, principalmente, vi è volontà di migliorarne la condizione.

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi