Interrogazione degrado quartiere Cep

Genova, 23/10/13

Prot. n.RS/2013/339

Al Signor Sindaco

Comune di Genova

SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO che se il centro cittadino è fortemente gravato dal degrado, le periferie genovesi stanno forse anche peggio : una delle zone  del ponente genovese da sempre in pesante degrado è quella      denominata “Cep”, ossia il quartiere Cà Nova;

CONSIDERATO che nonostante la buona volontà di alcuni residenti, la condizione del quartiere dimostra da anni di perseverare nella dimenticanza delle Istituzioni come appartamenti e caseggiati che presentano assenza decennale di manutenzione con conseguenti infiltrazioni e caduta di intonaci e calcinacci, ormai inesistenti spazi adibiti a verde pubblico trasformati in contenitori di immondizia e che costringono i bambini a non disporre di spazi adibiti a loro;

VISTO che il degrado è presente non solo nelle strutture ma anche lungo le strade, dai tombini scoperchiati che sono un pericolo costante, a buche nell’asfalto e sporcizia dappertutto, oltre a diverse auto abbandonate  e fatte a pezzi ed addirittura l’esistenza, precisamente in via Martiri del Turchino, di un contatore della luce privo di qualsiasi protezione;

INTERROGA LA S.V.

Per conoscere in che modo l’Amministrazione cercherà di recuperare la “distanza” con coloro che abitano a Cà Nova : una distanza che tocca punti importanti come il sociale, l’arredo urbano e la manutenzione di edifici, verde e strada, per ridare giusta dignità a chi in tal zona vive.

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi