Interrogazione esalazioni Iplom

Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

 

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO che a Fegino è ricorrente il fenomeno di esalazioni nauseabonde che provengono dai depositi dell’Iplom :ciò si era verificato nel gennaio 2010 e ripetutosi ad aprile 2011 e giugno 2012;

VISTO

-che a inizio marzo il problema è tornato a verificarsi in maniera pesante tanto da far accusare ai residenti nausee e dolori alla testa;

-che, comunque,  è abbastanza periodico il verificarsi  di detti miasmi, dovuti molto probabilmente ad un elevato contenuto di mercaptani oppure ad  altre motivazioni sconosciute alla cittadinanza costretta a subire tali inconvenienti;

EVIDENZIATO

-che nonostante i precedenti e le innumerevoli segnalazioni da parte dei residenti, nessuna iniziativa è stata adottata da parte del Comune, né relativamente all’organizzazione di un piano di evacuazione né di informazione  alla cittadinanza in relazione al tipo di attività che la Iplom svolge e quali prodotti lavora;

-che, comunque, la presenza di tale società in vicinanza con l’abitato non rappresenta certamente una sicurezza;

SI INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

-se, da parte dell’Amministrazione Comunale, visto quanto su esposto ed in considerazione del perdurare nel tempo di tali inconvenienti profondamente disagevoli per i residenti, non sia da prendere in considerazione, come da proposta dei cittadini interessati, la delocalizzazione dell’Iplom in sede più idonea e lontana da abitazioni;

-se è prevista, dall’Assessorato competente, la redazione di un piano di evacuazione in caso di esalazioni ed il riferire ai residenti le motivazioni di tali miasmi e quali sono gli interventi, a livello sanitario, di “primo soccorso” da adottare in caso di degenerazione degli stessi che provocano forti conseguenze alle persone .

Il Capogruppo Lega Nord  Edoardo Rixi