Interrogazione frana zona San Desiderio

Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE
 

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO che le precarie condizioni idrogeologiche di Genova pongono gran parte del territorio a rischio soprattutto le zone “alte” ;

APPURATO

-che una delle zone in criticità su questo tema è situata tra San Desiderio e Bavari, dove, nel 1991 era stata segnalata all’ Amministrazione Comunale una frana verificatasi presa, peraltro, in considerazione solo nel 2000, inserita successivamente nei lavori triennali dei LL.PP. 2004/2007 per una spesa di € 1.473.000,00 messa a bilancio 2008;

-che in data 21/1/2010 la Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo dei lavori di sistemazione idraulica del bacino in sponda sinistra al torrente Sturla, in località Bavarelli, dando altresì mandato al Settore attuazione Piani di Bacino per lo sviluppo del progetto esecutivo, prot. n. 32957 in data 1/2/2010 e relativo al 1 Lotto Funzionale comportante una spesa complessiva di € 244.623,44, i cui lavori si sono conclusi nel 2011;

APPRESO che nel censimento effettuato dal Settore Protezione Civile e Pubblica Incolumità su circa 30 edifici  compresi nell’area su indicata e peraltro classificata come R4 “ area a pericolosità di frana molto elevata”, ossia : pericolo molto elevato per il quale sono possibili perdite di vite umane e lesioni gravi alle persone, agli edifici e alle infrastrutture ;

EVIDENZIATO

–          che il ritardo dei lavori che sono in verità necessari è stato giustificato dall’Amministrazione Comunale come assenze di alcuni proprietari soggetti all’esproprio temporaneo dei terreni, ma anche di fronte ad una classificazione di “frana R4” la stessa Amministrazione può procedere con i lavori con procedura d’urgenza;

-che nel contempo, proprio l’Amministrazione Comunale, ben conscia del pericolo tutt’ora presente, ha inviato ai proprietari dei 30 edifici della zona in questione un manuale di sopravvivenza e comportamento di autoprotezione;

RILEVATO che a questo punto, a distanza di ben 22 anni, l’Amministrazione ha comunicato che il progetto definitivo del 2 lotto c’è, è stimato attorno a 700/800 mila euro ma mancano risorse;

SI INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

-in che voce sono stati inseriti i rimanenti € 1.228.376,56 che, almeno teoricamente avrebbero dovuto essere a disposizione per il completamento dell’opera e che, a quanto pare, invece, non vi sono più ;

-se “frana R4” rappresenta un grave pericolo, non è pensabile che l’Amministrazione Comunale intervenga solo attraverso l’invio di un  manuale di sopravvivenza : cosa intende fare, per evitare un’altra via Ventotene.

Il Consigliere Comunale

Edoardo Rixi