Interrogazione gestione dell’emergenza negli ospedali genovesi

Genova, 04 novembre 2013

Prot. N.  625 /ac

  Al Signor Presidente del Consiglio regionale della Liguria
Sede

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA IMMEDIATA

Oggetto: gestione dell’emergenza negli ospedali genovesi

Il sottoscritto Consigliere regionale

RILEVATO CHE con frequenza preoccupante, anche in tempi recentissimi, l’intero sistema dei pronti soccorso degli ospedali genovesi è in tilt e il sistema dell’emergenza è più che mai disomogeneo e disgregato.

CONSTATATO CHE, i continui sforzi del personale sanitario non riescono a decongestionare le sale di attesa dei pronti soccorso con il Villa Scassi di Sampierdarena che arriva ad avere sino a 40 malati sulle barelle in attesa da oltre 24 ore di avere un letto; il Galliera che blocca i ricoveri programmati perché al collasso; il San Carlo di Voltri gestito dall’Evangelico che pare non collabori al massimo e non contribuisca ad alleggerire le altre strutture da questa situazione di assedio e il San Martino che gestisce picchi di 90 pazienti contemporaneamente

ATTESO CHE il solo ospedale Villa Scassi ha un bacino di utenza di 350 mila persone senza disporre di un numero adeguato di posti letto e senza avere gli spazi fisici necessari per operare in sicurezza garantendo un servizio efficiente ai cittadini

CONSIDERATO CHE con il diffondersi di virosi influenzali dovute alla stagione la situazione sopra descritta non potrà che peggiorare nei prossimi giorni

INTERROGA  IL PRESIDENTE E LA GIUNTA REGIONALE

Al fine di sapere quali iniziative intenda intraprendere per risolvere il problema e avviare celermente una riorganizzazione dell’intero sistema dell’emergenza e del primo soccorso negli ospedali genovesi

Francesco BRUZZONE