Interrogazione per consulenza esterna Salone Nautico 2013

Genova, 19/6/13
 
Prot. RS/2013/202
Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

 

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

VISTO

-che è stata varata la nuova modalità espositiva per la 53 edizione del Salone Nautico, dal 2 al 6 ottobre p.v.;

-che il tutto sarà in versione austerità : 3 giorni in meno rispetto ai 9 degli altri anni, allestimenti più leggeri, spazi ridotti, barche in acqua, accordi con gli albergatori per tariffe agevolate agli espositori, biglietti on-line a costo ridotto per i visitatori;

-che l’Ente Fiera ha presentato in verità il progetto del Nautico come idea “di creare un salone più contemporaneo, economicamente più leggero, capace di trasmettere emozioni, di raccontare storie oltre che presentare prodotti, ecc….”: un cambiamento organizzativo in verità dettato dalla crisi;

APPRESO che lo stesso Ente ha affidato il servizio di comunicazione e l’ufficio stampa, sino ad oggi svolto dalle strutture interne della Fiera, alla società di comunicazione “Barabino & Partners”, una delle società leader del settore in Europa;

RILEVATO

-che oltre 30 dipendenti sono entrati nel “piano” esubero e gli stessi, dalla fine dell’ultimo salone, stanno facendo i conti con la cassa integrazione, compresi quelli dell’ufficio stampa, professionisti che seguono il Nautico da decenni ed apprezzati da tutti i colleghi e rappresentanti dell’informazione;

-che Ente Fiera ha motivato la scelta dell’appalto a Barabino & Partners come “la necessità di competere su un mercato fieristico sempre più globalizzato”, per questo “ritiene fondamentale il ruolo della comunicazione strategica…omissis…ampliando a nuovi target media nazionale e internazionali”;

CONSTATATO che coinvolgere consulenti esterni in un momento così tragico per la Fiera, alla vigilia di una trattativa che mette a rischio licenziamento 33 lavoratori, sembra più un gioco al massacro che un’idea di alto marketing;

RICORDATO che Fiera perde più di 4 milioni di euro, 15mila giornalmente;

INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

-se corrisponde al vero la scelta della Fiera di affidare consulenza esterna alla Barabino & Partners il proprio ufficio stampa per il Salone Nautico 2013;

-se il personale interno dell’ufficio stampa professionalmente valido ed apprezzato anche all’esterno non rappresenti, invece, la scelta migliore;

-se non rappresenta una gravissima incongruenza far pagare a 33 dipendenti la crisi, non solo congiunturale, ma anche di gravi pecche dell’Amministrazione della Fiera, continuando in un tracciato minato;

– a quanto ammonta il “costo” che questi 33 dipendenti rappresentano per la Fiera;

-a quanto ammonta, invece, il costo per la consulenza a Barabino & Partners.

Il Consigliere Comunale

Edoardo Rixi