Interrogazione sicurezza Via Ceccardi

Genova, 4/3/14

Prot. RS/2014/77

Al Signor Sindaco

Comune di Genova

SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO

Che la sicurezza in tutti i quartieri di Genova è da ritenersi ormai un optional;

Che la politica di questa Giunta assolutamente assente sul piano sicurezza sta rendendo insicura ogni delegazione ed i cittadini si trovano così sovraesposti al fenomeno;

CONSIDERATO

Che in data odierna mi è stata segnalata da una cittadina una situazione ormai ad alto rischio in zona via Ceccardi (e peraltro già conosciuta a mezzo stampa): azioni di vandalismo a danni di auto parcheggiate nella zona che si ripetono da settimane;

Che addirittura la stessa cittadina ha subito ben 5 volte danni alla propria auto con furti anche di scarso valore, ma pur sempre un grave  danno alla vettura con i vetri in frantumi;

Che nonostante vengano chiamate le Forze dell’Ordine, neppure nel caso in cui la medesima cittadina ha visto il vandalo all’interno della propria, non vi è intervento in quanto la risposta che viene regolarmente fornita è “che ci sono poche volanti e ci sono situazioni di maggiore priorità”;

EVIDENZIATO che sono perfettamente a conoscenza che l’Amministrazione non ha autorità sulle Forze dell’Ordine, ma sono altrettanto consapevole del fatto che una politica come quella della Sua Giunta che secondo il Suo programma elettorale,  il valore cardine della legalità “deve presiedere anche all’amministrazione locale, e anzi a livello territoriale riveste connotati se possibile ancor più autentici, più vivi”, dal Suo insediamento non ha mai concretizzato ciò, rendendo così dopo 18 mesi il territorio sempre più a rischio criminalità, violenza, furti, scippi, rapine, ecc.;

RIBADITO

Che con la sua semplificazione elettorale con la quale rifiuta la “retorica della tolleranza zero” in verità sul piano oggettivo ha reso Genova insicura e territorio di illegalità, dal Centro fino agli estremi delle delegazioni più periferiche;

Che a fronte di notizie e denunce di cittadini che espongono fatti gravissimi quotidianamente, si trovano risposte dall’Assessorato competente di tutt’altro tenore dove pare che Genova sia l’isola felice, dove tutto è semplificato all’attenzione per zingari e illegali, ma ben lontano dalle problematiche che i genovesi subiscono;

SOTTOLINEATO

che i fatti che stanno avvenendo in zona via Ceccardi, non si differenziano dalle decine di raid a danno di auto e moto in altre zone cittadine ;

Che i genovesi sono veramente saturi di dover vivere nella paura notte e giorno;

INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

Quando la Giunta adotterà concretamente un programma atto al presidio del territorio, a fronte di un’escalation di criminalità ormai a livelli intollerabili per una città come Genova;

Per quanto riguarda i fatti di via Ceccardi, al di là della competenza delle Forze dell’Ordine, com’è possibile tutelare residenti e passanti se non attraverso regolari passaggi di agenti di P.M.;

Se il criterio “ tolleranza zero” per la Sua scuola-pensiero è tanto avverso, qual è a questo punto la “ricetta” giusta, perché non va certamente sottovalutato il fatto che in 18 mesi, sul piano sicurezza, la città è pesantemente degradata e interventi ad hoc, oltre alla volontà di attuarli,non se ne scorgono neppure all’orizzonte.

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi