Interrogazione su abolizione difensore civico

Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

CONSIDERATO che con il 24 ottobre p.v. sarà abolita presso il Comune di Genova la carica del Difensore Civico : una figura che sino ad oggi ha costituito un “ponte” ed un tramite assolutamente positivo fra i cittadini e le istituzioni ;

RICORDATO

-che proprio nell’arco del 2012 lo stesso ha trattato 250 casi, nella gran parte inerenti rapporti con la Polizia Municipale;

– che nel corso del suo mandato, il Difensore Civico ha ottenuto diversi risultati positivi, riuscendo soprattutto ad allungare i campi dell’autotutela  e a dare prova ai genovesi che attraverso il dialogo i problemi di carattere amministrativo e burocratico si possono affrontare e risolvere ;

TENUTO CONTO

-che al di là delle imposizioni decretate dalla Finanziaria 2010 per la Pubblica Amministrazione, il costo del Difensore Civico equivale a 2.200 euro mensili e pertanto non rappresentano certamente una perdita di denaro pubblico elevata;

-che, certamente, si renderà necessaria anche per il futuro, la presenza di una “parte terza” per i cittadini che li ascolti, li consigli e li difenda sul piano “civico” e quindi tale abolizione, oggi, rappresenta, di fondo, un errore;

SI INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

-se non sia pensabile un reinserimento della figura del Difensore Civico all’interno del Comune di Genova, tenendo presente i bassi costi legati al suo ruolo che certamente  gravano molto meno di altri sul bilancio del Comune ma fornendo un servizio importante per la cittadinanza;

-se la decisione di abolire detto istituto sia considerata irrevocabile, come pensa l’Amministrazione di interloquire con i propri cittadini cercando soluzioni ad hoc ai loro problemi.

Il Consigliere Lega Nord

Edoardo Rixi