Interrogazione su cervellone anticrisi

Genova, 15 luglio ’13
Prot.RS/2013/232
Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

 

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO che il Comune di Genova risulta  possedere un sofisticato sistema di prevenzione disastri costato alle casse comunali circa un milione di euro;

CONSIDERATO

-che le alluvioni del 2010 a Sestri Ponente e quella drammaticamente luttuosa del 2011 hanno chiaramente dimostrato la totale impreparazione ed assenza di adeguate attrezzature da parte della struttura comunale atta ad affrontare simili eventi;

-che l’investimento si è riversato sul “Nie” – network integrato delle emergenze : un sistema volto a prevedere e gestire eventi naturali e non di una notevole consistenza, quindi uno strumento molto utile per dare informazioni sull’evoluzione dell’evento nonché la posizione di tutte le risorse, siano esse uomini o mezzi;

RICORDATO

-che oltre all’adeguamento dei servizi informativi necessari al progetto, si è reso necessario l’acquisto di abbondante attrezzatura : trecento cellulari-palmari Motorola completi di schede SIM e sistema GPS per agenti di PM e volontari (250mila euro), quattro monitor olografici da installare nella sala operativa di via di Francia (20mila euro), un super computer costruito attorno al “Nie” per la sala emergenze (37mila euro), le radio nuove per la Protezione Civile, nonché numerose licenze per software di ultimissima generazione;

-che, invece, l’hardware è rimasto in gran parte “imballato” in qualche scatolone con il rischio di essere superato dall’evoluzione della stessa tecnologia, prima del suo utilizzo;

APPRESO

– che dalle dichiarazioni dell’Assessore alla P.M. si stanno affinando alcuni aspetti, nonché è stato chiesto alla Acrotec, impresa che ha lavorato al “cuore” di detto programma informatico, di intervenire con semplificazioni alle schermate che restituisce i dati elaborati dal “Nie”;

-che secondo il nuovo dirigente della Protezione Civile comunale, il “Nie” sarà pronto e funzionante per il prossimo autunno;

INTERROGA  LA S.V.

Per conoscere se corrisponde al vero la possibilità che entro l’autunno 2013 il cervellone anticrisi sarà pienamente utilizzabile.

IL CAPOGRUPPO

 Edoardo Rixi