Interrogazione su “Città dei Bambini” del Porto Antico

Genova, 4/6/13
Prot. RS/2013/176
Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO

-che la “Città dei Bambini” del Porto Antico dovrebbe rappresentare un punto di eccellenza per il pubblico;

-che nel sito della stessa si legge che è “la più grande struttura in Italia dedicata a gioco, scienza e tecnologia per bambini e ragazzi tra i 2 e i 12 anni di età”;

CONSTATATO

-che sono ormai diverse le postazioni gioco non funzionanti : da quelle dei giochi d’acqua transennate in quanto in ristrutturazione a quella del computer dove “cercare il mostro nel labirinto” è impossibile perché fuori uso e nessun cartello informa del non funzionamento;

-che anche l’area delle bolle è inutilizzabile per mancanza di sapone, allo studio televisivo i cui pulsanti sulla consolle risultano andare per proprio conto;

-che anche nello spazio “gioco con la fisica” essendoci l’ingranaggio rotto non è possibile lo scorrimento della rotella per  l’intero percorso e nella teca di “ferma l’acqua” per simulare l’effetto della pioggia, manca l’acqua;

TENUTO CONTO che il costo del biglietto è di 7 euro per i bambini e 5 euro per i genitori di certo non equivale ai servizi offerti;

INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

-se è intendimento dell’Amministrazione Comunale di trovare soluzione al ripristino dei punti ammalorati della struttura oggetto della presente;

-in caso di risposta affermativa, in che tempi è ipotizzabile l’inizio dei lavori;

-in caso di risposta negativa, invece, come si pensa di continuare a mantenere i costi riferiti per l’utenza offrendo una “Città dei Bambini” che in verità rappresenta la realtà di quel che è Genova : dalle tariffe alte, ai servizi malfunzionanti in un contesto che va a pezzi.

Il Consigliere Comunale

Edoardo Rixi