Interrogazione su degrado Via Rubattino

Genova, 19/3(14

Prot. RS/2014/97

Al Signor Sindaco

Comune di Genova

SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO

Che per quanto riguarda il degrado di via Rubattino, avevo interessato la Sua persona con due iniziative : due interrogazioni e più precisamente il 15.1.2013 – PG 2013/12 – e 8.8.2013 – PG 2013/273;

Che quanto sopra era stato determinato da segnalazioni dei residenti e da visibili condizioni alla vista di chiunque vi transiti, comprese le persone che lavorano all’Agenzia delle Entrate, i turisti e gli studenti, nonché da ampi articoli della stampa locale;

CONSIDERATO

Che una risposta da parte dell’Assessore alla Legalità, con nota 18.2.2013 riportava testualmente di essere al corrente “delle lagnanze dei cittadini e delle lamentele ricevute dal Comitato Pre’/Gramsci” ma che “da un ultimo sopralluogo effettuato non si rilevava alcuna situazione lesiva del decoro urbano,….omissis….”;

Che a seguire, come sopra menzionato, una mia ulteriore interrogazione RS, in quanto via Rubattino non ha mai cessato di essere “terra di nessuno”, bensì un mix di accampamenti occasionali, bivacchi quotidiani, toilette a cielo aperto in ogni punto e luogo di incontro per ubriachi, tossici e illegali;

Che a tale nota seguiva un riscontro superficiale dall’Assessore, quasi un “parlar d’altro”:unica indicazione “la P.M. ha comunque predisposto la continuità dei sopralluoghi sia diurni che serali”;

EVIDENZIATO che il leit motiv del suindicato Assessore assomiglia sempre più ad un ritornello musicale più  che ad una vera e propria presa di posizione sul “che fare” davanti  al perdurare  di un degrado imperante ed incessante, visto che davanti a nuove segnalazioni, lettere, chiamate, invio mail alle Istituzioni e alle Forze dell’Ordine si torna a leggere che “aumenteremo i controlli e volgeremo la massima attenzione per un’area che si presta a criticità di questo tipo”;

PRESUPPOSTO che se ogni volta la risposta è sempre la stessa, addirittura prendendo coscienza della reale situazione dopo un anno e che se ogni volta si parla di aumenti dei controlli  le supposizioni sono due: o in via Rubattino arriveranno ad avere schieramenti stile parata sulla Piazza Rossa oppure ripetutamente non viene posta attenzione e si cerca di dare il classico contentino ai cittadini, fino alla prossima valanga di esposti, mail e quant’altro;

INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

Non dati statistici come abitualmente vengono forniti, ma sul piano operativo, dopo aver realizzato in consapevolezza che via Rubattino  E’ AREA DEGRADATA, miscellanea di illegalità, condizioni igieniche inaccettabili, condizione sociale pericolosa, vista la presenza di tossici, spacciatori e senza fissa dimora, che cosa intende fare la Sua Giunta, tenendo conto che via Rubattino non è un caso isolato, bensì uno dei tanti punti di Genova inaccessibili ai cittadini ed ai turisti proprio per l’assenza politica sul piano della sicurezza e della legalità del Suo operato, signor Sindaco;

Quando e quali accordi sono stati presi con Prefetto e Questore per un presidio regolare dell’area;

Qual è la calendarizzazione degli interventi da parte di Amiu in tale zona e quanti e quali sono stati da gennaio 2013 a febbraio 2014;

Se e quando Lei signor Sindaco ha incontrato i cittadini della zona per ascoltare da loro stessi quali sono le criticità.

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi