Interrogazione su iter moschea a Genova

Genova, 12/6/13
Prot. RS/2013/188
Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

 

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

VISTO che nell’anno di governo della Sua Giunta, l’escalation di dichiarazioni susseguitesi a mezzo stampa sul progetto di costruzione della Moschea a Genova si sono orientativamente sviluppate in questo percorso :

1)13.11.2012 (stampa locale) :”Doria avrebbe invitato l’Imam ad andare avanti rispetto al “risanamento del vecchio capannone industriale di via Coronata”. Il Sindaco si è impegnato a dare un responso definitivo prima del 31.12.2012”

2)15.11.2012  (Doria) : “Se si trova davvero un luogo in porto sono convinto che la comunità islamica lo accetterà”

3) 16.11.2012 (Doria) : “E’ un diritto, prenderemo una decisione in tempi rapidi”

4) 9.12.2012  (Doria) : “La ricerca dei luoghi è senza soste”(Imam): “Il Sindaco si è impegnato  a darci una risposta entro fine anno, se sarà gennaio, va bene lo stesso “

5) 7.1.2013 (Doria) “La Moschea al Lagaccio SI DEVE FARE, affrontando tutti i problemi del          quartiere, a cominciare dalla Gavoglio”

6) 31.1.2013 (stampa locale) : “Sarà estremamente difficile che la Giunta Doria arrivi a pronunciarsi su questa pratica a ridosso delle elezioni politiche, più probabile che la parola fine su questa partita in piedi da 13 anni possa arrivare nel mese di marzo”

7)9.2.2013 (stampa locale) : “Il portavoce della comunità islamica ammette che il contatto con Palazzo Tursi per una Moschea a San Benigno, alternativo a quelle che si sono presentate anno dopo anno, c’è stato e la strada è percorribile”. Inoltre “Offrire una soluzione alternativa ai 7 centri di preghiera oggi presenti sul territorio genovese è, per il Sindaco Marco Doria, “Una questione di dignità”

8)2.3.2013 (Doria) : “La Moschea non peggiorerebbe la qualità della vita del Lagaccio. Ipotesi alternative ? Niente.

9)6.3.2013 (stampa locale) : “Tursi chiede aiuto agli studenti di Architettura “per la ricerca di un’area idonea a ospitare il luogo di culto”

10)15/3/2013 (stampa locale) : “Doria conferma che l’ipotesi di trovare un’area portuale per la prima Moschea cittadina va avanti”

11)28.4.2013 (stampa locale) : “Hennebique : si parla di realizzazione di un “luogo di culto” e si cercano sul mercato arabo i capitali per il restyling”

12)5.6.2013 (Imam) : “Non abbiamo perso le speranze per la Moschea, anche se non ci aspettavamo tempi così lunghi, ma intanto facciamo valere i nostri diritti e se la Giunta non trova una soluzione alternativa andremo avanti a Cornigliano”

13)11.6.2013 (stampa locale) : “Summer School : team di architetti per disegnare la Moschea che verrà, sotto la Lanterna. Il portavoce della Comunità Islamica : “La pratica legata alla Moschea a Coronata è bloccata , lì la Moschea non sorgerà. Per la zona del Lagaccio c’è  apertura da parte dell’Amministrazione che però sembra essere disponibile solo a parole e meno con i fatti. Dove potrà sorgere? In questo momento si stanno studiando diverse ipotesi : serve un’area idonea per noi e per la città. La città ha molti problemi e noi non vogliamo anteporre le nostre questioni alle altre ma crediamo che su questo fronte sia necessaria maggiore chiarezza”.

EVIDENZIATO che dal 9 novembre 2012 pongo, ininterrottamente, attraverso art. 54, richiesta alla Presidenza del Consiglio Comunale di conoscere a che punto è l’iter per la Moschea : richiesta inevitabilmente disattesa ;

RIBADITO che il Consiglio Comunale ha respinto un mio odg nella seduta del 14 maggio u.s. con il quale non ledevo la dignità degli islamici, come invece qualcuno in aula ha affermato, ma impegnavo la S.V. a dare informazione all’aula su tale progetto e la verifica della regolarità dei lavori presso le ex officine Passalacqua in via Coronata, considerate le segnalazioni di cittadini residenti in zona asserenti presenza di pannelli di amianto asportati senza protezioni;

RIBADITO ALTRESI’  che ritengo doveroso da parte della Giunta e della S.V. di informare non solo la sede consiliare ma la città intera di quali sono le decisioni al riguardo, dei tempi e del luogo dove si intende costruire la Moschea, perché niente può essere posto a conoscenza dei genovesi in maniera non trasparente, né tanto meno “a sorpresa” ;

INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

-se intende affrontare l’iter Moschea con un confronto, step by step, in sede di Consiglio;

– in che termini sono, ad oggi, gli accordi sui tempi con la Comunità Islamica che, peraltro, appare in fibrillazione per le “molte parole e niente fatti” proprio dell’Amministrazione Comunale;

– se la “Summer School” prevede un costo per l’Amministrazione Comunale;

– com’è pensabile dar corso ad un progetto del “come” sarà la Moschea se non si è ancora individuato il “dove”.

Il Consigliere Comunale

Edoardo Rixi