Interrogazione su perdita di esercizio e mancata riscossione dei crediti verso Tributi Italia da parte di Aral

Ill.ma signora Sindaco

del Comune di Arenzano

c/o Palazzo Comunale

Oggetto: Interrogazione su perdita di esercizio e mancata riscossione dei crediti verso Tributi Italia da parte di Aral

Premesso che

– il bilancio di esercizio di Aral S.p.A al 31 dicembre 2012 chiude con una pesante perdita pari ad Euro 356.483;

– la società Tributi Italia incaricata da Aral della riscossione è stata oggetto di indagini ed è stata assoggettata alla procedura di amministrazione straordinaria interrompendo quindi le proprie attività comprese quelle di recupero crediti e rendicontazione dati per alcuni anni;

Visto che

– dalla lettura del bilancio al 31 dicembre 2012 si evince che sono state portati a perdite Euro 757.802 (cifra ben superiore a quanto previsto nei mesi precedenti) cosi suddivisi:

a) Euro 388.770 di crediti non più recuperabili da Tributi Italia correttamente contabilizzati tra gli accantonamenti per crediti presenti nell’attivo circolante;

b) Euro 191.558 di rettifiche di ricavi della TIA del 2008 e del 2009 effettuate da Tributi Italia erroneamente contabilizzati tra le sopravvenienze passive straordinarie invece che negli accantonamenti per crediti presenti nell’attivo circolante;

c) Euro 177.474 di corrispettivi di prestazioni di servizi resi da Tributi Italia nel 2009 erroneamente contabilizzati tra le sopravvenienze passive straordinarie invece che ordinarie;

si interrogano il Sindaco e la Giunta per conoscere:

– a cosa si riferiscono nello specifico queste voci;

– le azioni intraprese da Aral a tutela dei propri diritti e le garanzie ricevute da Tributi Italia nel corso di questi anni crediti (fideiussioni, etc.);

– i motivi per cui alcune poste di bilancio sono state erroneamente classificate come sopra esposto dando l’impressione ai terzi che buona parte della perdita sia dovuta a fatti straordinari e non ordinari.

In attesa di discuterne con voi in Consiglio Comunale porgiamo cordiali saluti.

Il Consigliere Comunale

Paolo Cenedesi