Interrogazione su Tares a Genova

Genova, 22/7/13

Prot.RS/2013/249

Al Signor Sindaco

Comune di Genova

SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

VISTO

–         Che le ultime notizie relative al pagamento della tassa rifiuti informano che da parte del Comune non vi sarà alcuna proroga :  per chi pagherà dopo il 31 luglio scatterà la mora ;

–         Che addirittura non è neppure certo che qualora una persona, per assenza o per mancata consegna, non fosse in grado di pagare la prima rata, possa saldare l’intero importo a settembre senza incorrere in sanzioni;

CONSIDERATO che detto acconto, per quanto concerne le abitazioni, è calcolato sulla base della tariffa 2012 dovuta per 5 bimestri del 2013, con eccezione delle utenze cessate antecedentemente, mentre le imprese dovranno versare l’acconto – calcolato sulla base della vecchia TIA – entro il 21 luglio, nonché altri due versamenti (settembre e ottobre) ed il saldo a dicembre ;

INTERROGA LA S.V.

Per conoscere

–         Se, anche per quanto riguarda i campi nomadi di Bolzaneto e Molassana, è previsto il pagamento dell’acconto della tassa rifiuti, come per tutti i genovesi;

–         In caso di assenso, in che modo è stato effettuato il calcolo della spettanza;

–         Se,invece, non è previsto il loro coinvolgimento nel pagamento, si chiede:

  1. Il motivo
  2. Se, a questo punto, si ritiene di proseguire nella discriminazione dei genovesi a favore, invece, degli zingari, di qualsiasi etnia essi siano;
  3. A quanto ammonta il costo che l’A.C. sosterrebbe per il loro “esonero” dal pagamento

–         Per quanto concerne, invece, i campi abusivi presenti a Genova, come si comporta il Comune a riguardo, tenuto conto che nessuno è immune dal produrre spazzatura e quindi tutti usufruiscono del servizio.

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi