Lega La Spezia, scintille col Prefetto. Scatta il presidio: “Nostro diritto essere ascoltati”

“A quasi tre mesi di distanza da una richiesta effettuata come Lega Nord provincia di La Spezia, per poter avere un incontro con il Signor Prefetto al fine di segnalare le gravi condizioni di disagio che molti nostri concittadini stanno affrontando quotidianamente (tra cui persone con disabilità), e dopo aver passato una mattinata da un ufficio all’altro (ben tre differenti), un’addetta ha preso nota della nostra richiesta assicurando che la nostra istanza sarebbe stata evasa in tempi rapidi”. Lo dichiarano in una nota Bagnone Spartaco – responsabile Lega Nord Sarzana, Zanicotti Fabrizio – responsabile Lega Nord Val di Magra, Pucciarelli Stefania – commissario provinciale Lega Nord La Spezia.Non ricevendo comunicazione a riguardo, il 3 settembre gli esponenti leghisti si sono nuovamente recati in Prefettura accompagnati dal Commissario Provinciale nonché Consigliere Regionale Stefania Pucciarelli, e sono venuti così a conoscenza del fatto che l’incontro non era stato messo in calendario. E’ stata pertanto rinnovata la richiesta anche al funzionario Prefettizio anticipandone il motivo, ma ad oggi nessuna chiamata e’ arrivata. “Sorgono quindi alcuni dubbi: – dichiarano – ma il Signor Prefetto, sicuramente informato della nostra istanza, ci vuol ricevere? Un rappresentante dello Stato può esimersi dall’ascoltare gli esponenti politici di un partito presente sia nel Parlamento Italiano che in quello Europeo? Ci è stato insegnato il rispetto delle leggi ma anche il diritto di essere ascoltati nelle sedi opportune:questa è chiamata universalmente democrazia; in seguito a ciò, domani mattina effettueremo un presidio presso la Prefettura, alle ore 10, per rinnovare le nostre richieste”.
Tratto da ‘lagazzettadella spezia 18-09-15’