Mozione su nuove disposizioni di Genova Parcheggi per il rilascio-rinnovo del contrassegno per persone diversamente abili

Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE
 

MOZIONE

VISTO che dal 2 aprile è in distribuzione a Genova il C.U.D.E., Contrassegno Unico Disabili Europeo, in virtù della modifica dell’art. 381 del regolamento del Codice della Strada, in conformità alla raccomandazione 98/376/CE ;

CONSIDERATO che tale contrassegno è rilasciato, quindi, alle persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta o impedita;

CONSTATATO

-che, dalle nuove disposizioni, secondo quanto indicato da Genova Parcheggi, si evince che per la procedura di rilascio/rinnovo del contrassegno sono indicate alcune “novità” che, in verità, riservano perplessità :

  1. “ obbligo della firma del disabile richiedente sul retro del contrassegno, pertanto non è possibile procedere al rilascio del contrassegno per delega : considerato che si parla di persone diversamente abili, e talune si trovano in condizioni pesantemente di gravità, il fatto di non consentire la “delega” per il rilascio del contrassegno appare una forte discriminante e non certamente un’agevolazione” ;
  2. “per il solo Comune di Genova permane la gratuità della sosta nelle aree soggette a tariffazione secondo il regime denominato Blu Area, qualora gli stalli riservati risultino non disponibili. Non essendoci obbligo normativo in tal senso, ma solo raccomandazioni, tale previsione non è applicata in tutte le aree in concessione a terzi (ad esempio aree in Piazza della Vittoria gestite da APCOA) “. Proprio  relativamente al punto trascritto in corsivo, ricordando che il Comune è proprietario dell’area, lo stesso Comune potrebbe proporre un accordo con la società sub-concessionaria che i disabili anche per l’area in questione potrebbero avere garanzie di gratuità della sosta. Una prova di saper essere dalla parte di chi è più sfortunato.
  3. “Per il solo Comune di Genova previsione di un costo a carico dell’utente di 5,00 euro, quale parziale contribuzione degli oneri aggiuntivi di emissione (obbligatorietà della plastificazione del contrassegno: in tempi di crisi economica, una simile norma rappresenta ancora una volta l’intendimento di voler “fare cassa” sempre sui più deboli e rende Genova sempre meno “città dei diritti” di coloro che ne hanno vero diritto” ;

SI IMPEGNA IL SINDACO

-a rivedere le disposizioni indicate da Genova Parcheggi e che non rappresentano certamente delle “novità”  a favore dei soggetti interessati al C.U.D.E. ;

-a dare segnale di interesse verso i diversamente abili, attraverso comunicazioni ed incontri con le Associazioni relative, proprio condividendo la volontà di migliorare, anche in questi iter, la loro condizione di cittadini .

Il Capogruppo Lega Nord

Edoardo Rixi