O.d.g: Intitolazione strada comunale 10 febbraio in ricordo delle vittime delle foibe

Santo Stefano di Magra, 10/02/13

O.d.g: Intitolazione strada comunale 10 febbraio  in ricordo delle vittime  delle foibe

Legge 30 marzo 2004, n. 92

“Istituzione del «Giorno del ricordo» in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale e concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati” Art. 1.

  1. La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.
  2.     2. Nella giornata di cui al comma 1 sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. Tali iniziative sono, inoltre, volte a valorizzare il patrimonio culturale, storico, letterario e artistico degli italiani dell’Istria, di Fiume e delle coste dalmate, in particolare ponendo in rilievo il contributo degli stessi, negli anni trascorsi e negli anni presenti, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica ed altresì a preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti nel territorio nazionale e all’estero.

Considerando che in occasione del giorno  di commemorazione per le vittime dell’olocausto per ricordare lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e i deportati italiani nei campi nazisti ,L’Amministrazione Comunale invitava

Giovedì 30 Gennaio Ore 10,00 presso la Sala Consiliare
con i Saluti del Sindaco alla Presentazione del libro “Ida nel sogno della ragione”
,con la Partecipazione degli alunni delle classi terze Scuola Media “A. Schiaffini”
e la Consegna Terra di Auschwitz

Considerando che in occasione della commemorazione  delle vittime  del 29 novembre 1944,L’amministrazione Comunale prevedeva la deposizione di una corona di alloro presso il monumento della resistenza  e sempre nella sala Consiliare , il Saluto del sindaco ,Cenni storici sul rastrellamento del 29 novembre 1944
l’ Intervento del  Presidente provinciale ANPI, e di un ‘esperta di diritto costituzionale.
Gli alunni delle classi terze della Scuola Media A.Schiaffini, presente con una rappresentanza alla cerimonia, riceveranno in dono una copia della rivista “Patria”, edita dall’associazione ANPI.

Poiché in altre occasioni tutto questo Consiglio Comunale concordava che era necessario rendere omaggio a tutte le vittime di ogni guerra ,

non vedere organizzato alcun evento a ricordo  delle vittime delle Foibe,si parla di 300.000 italiani istriani che tra il 1943 e il 1947 vennero massacrati dai partigiani comunisti di Tito e gettati nelle cavità carsiche,mi sembra offensivo per la memoria di questi morti.

Considerando che la memoria storica degli errori del passato che hanno causato troppi morti, debba essere mantenuta viva per scongiurare simili atrocità in futuro,e che occorre dare pari dignità a tutte le vittime riconoscendo tutti i carnefici,nessuno escluso,

tutto ciò premesso si richiede a codesta Amministrazione di  intitolare una strada o una piazza Comunale

con la data di commemorazione della strage delle Foibe,cioè 10 Febbraio.

Stefania Pucciarelli

Consigliere Comunale Lega Nord Liguria