O.d.G. su aumento pedaggi autostrade

Genova, 14 gennaio 2014

Al Signor Presidente del

Consiglio Regionale

S E D E

Oggetto: Aumento Pedaggi Autostrade.

ORDINE DEL GIORNO

Il Consiglio regionale,

APPRESO che il primo gennaio sono scattati gli usuali rincari sulle autostrade italiane per una media del 3.9% da aggiungere ai ritocchi già applicati l’estate scorsa, con picchi di oltre l’ 8%;

RILEVATO che in Liguria si va dal 4.43% delle tratte gestite da Autostrade per l’Italia, passando per il 2.78% applicato da Autostrada dei Fiori a ponente, dal 3.07% della Salt attiva nello spezzino, fino all’ 1.60% della Savona-Torino;

ACCERTATO che l’aggiornamento è regolato da decreti ministeriali, una situazione dovuta al fatto che l’Italia è l’unico Paese europeo privo di un Governo capace di dettare ai concessionari autostradali gli interventi infrastrutturali necessari;

VISTO che l’Osservatorio nazionale sulle liberalizzazioni dei trasporti ha denunciato che ormai da anni gli aumenti dei pedaggi finiscono con l’accumulare ingenti flussi di cassa dei concessionari autostradali; purtroppo sono investimenti in attività finanziarie o utilizzati per nuove partecipazioni societarie, anziché essere impiegati in nuovi servizi o nuove opere per gli automobilisti come promesso per giustificare questi incrementi;

RICORDATO inoltre che l’Osservatorio afferma che i concessionari autostradali hanno già abbondantemente ammortizzato gli investimenti della rete più vecchia e frammentata d’Europa; oggi continuano a realizzare consistenti extra-profitti;

RILEVATO che i rincari non hanno neppure risparmiato i territori alluvionati dello spezzino, al contrario degli auspicati e promessi sconti sui pedaggi delle zone più colpite;

APPURATO che gli aumenti non hanno interessato tutti i concessionari, ma si concentrano prevalentemente nelle aree del Nord Italia;

CONSIDERATO l’impegno del Ministro competente a prevedere un sistema di abbonamenti per calmierare i costi, anche se la mancanza di rassicurazioni nell’immediato ha portato gli autotrasportatori ad annunciare uno sciopero della categoria;

Impegna il Presidente della Giunta regionale

A far presente al Governo nazionale la grave situazione della rete autostradale ligure al fine di una riduzione dei costi delle tratte.

I consiglieri: