Occupazioni alloggi nel Centro Storico di Genova da parte di anarchici – Interpellanza del Consigliere Comunale Edoardo Rixi

PREMESSO che è ormai all’ordine del giorno essere raggiunti dalla notizia che gruppi di anarchici, a Genova, occupano vari edifici nel Centro Storico;

EVIDENZIATO che oltre alla già conosciutissima e plurioccupata palazzina, peraltro a rischio crollo, di Via dei Giustiniani 19, oggetto di occupazione anarchica sono già stati anche Palazzo Grillo alle Vigne, alcuni appartamenti di Vico Untoria e, l’ultimo episodio risalente a sabato 10 novembre, a Vico Superiore di Pellicceria civico 1;

APPURATO che nel corso dell’ultimo blitz anarchico è grave il fatto che gli occupanti fossero in possesso delle chiavi: considerato che tale edificio risulterebbe nell’elenco dei palazzi nobiliari della Repubblica di Genova, meglio conosciuti come “Rolli”, lascia perplessi l’uso delle chiavi agli anarchici;

RILEVATO

che se come ha evidenziato la stampa, “gli anarchici cercano casa”, è pur vero che centinaia di famiglie genovesi sono in eterna graduatoria per l’assegnazione di un alloggio senza peraltro prospettive di imminente realizzazione;

che è altresì preoccupante l’assoluto silenzio da parte della Giunta in relazione a tali episodi: un silenzio che tuona come un “assenso”ad azioni invece condannabili e certamente non rispondenti né alla “legalità” né ai “diritti” tanto enunciati nel pensiero politico dell’attuale governo cittadino;

SI INTERPELLA LA S.V.

Per conoscere :

le motivazioni che inducono la Giunta a non esprimersi mai di fronte alle azioni anarchiche perpetrate da mesi nel Centro Storico;

se è stato approntato un processo censitorio di tutti gli edifici “sfitti” presunti nel Centro Storico;

con quali modalità si sta affrontandola questione assegnazione alloggi, tenuto conto che la pesante crisi economica si sta ripercuotendo pesantemente anche sulle famiglie che non possono certamente permettersi il lusso di rivolgersi né al mercato privato degli affitti né tantomeno stipulare un mutuo per l’acquisto;

se e quante sono, a tutt’oggi, le persone e/o famiglie ospitate in albergo in attesa di assegnazione alloggio e, in caso di risposta affermativa, qual è il costo che il Comune sta affrontando in merito.

IL CAPOGRUPPO Edoardo Rixi

Lascia un commento