Ordinanza anti alcool a Genova, Via Prè non la rispetta – Mozione del Consigliere Comunale Edoardo Rixi

M O Z I O N E

Il Consiglio Comunale,

VISTO

Che i residenti di Prè stanno tornando a denunciare il forte degrado con il quale convivono drammaticamente da tempo;

CONSIDERATO

Che il problema è legato principalmente all’alto numero di presenze “straniere” corroborate da locali della zona, in prevalenza gestiti da extracomunitari, che non rispettano l’ordinanza anti-alcool in vigore dalle ore 15 alle ore 6 del giorno successivo e vendono alcoolici anche nel cuore della notte;

EVIDENZIATO

Che eppure fino alle ore 19 è presente il presidio della Polizia Municipale, nelle ore a seguire tutta la zona torna ad essere “prigioniera” di ubriachi, spesso violenti e di illegalità d’ogni sorta, mettendo a serio rischio i residenti o chi, malauguratamente, vi transita;

APPURATO

Che da tempo gli stessi residenti di via Prè, ma anche di altre parti del Centro Storico, denunciano che il non rispetto dell’ordinanza su citata è “prassi” e che, al di là dei commercianti “allergici” al rispetto delle regole è anche frequente la presenza di occasionali venditori ambulanti abusivi nei vicoli nel cuore della notte, che, pur vendendo alcoolici, non subiscono alcun controllo da Polizia Municipale e Forze dell’Ordine, nonostante gli stessi residenti ne richiedano l’intervento;

IMPEGNA IL SINDACO

A riesaminare “tout court” la situazione del Centro Storico e con particolare attenzione a Prè;

A tenere presente che l’emanazione di un’ordinanza privata di idonei supporti di verifiche e interventi di controllo costanti tramutano la stessa in lettera morta alimentando il fenomeno del “liberismo” commerciale contro ogni regola che la cultura dell’illegalità e dell’anarchia, invece, sostengono;

Ad impegnare, in interforza con Prefettura e Questura, agenti che non solo sanzionino i locali che violino quanto sancito dall’ordinanza, ma ne impongano la chiusura quando si verifica il perseverare nella violazione stessa;

Ad approntare serrati controlli dopo le ore 19 sia in via Prè che nel Centro Storico affinchè si eviti la presenza di ambulanti occasionali di alcoolici, disponendo il sequestro della merce nel momento della loro individuazione, oltre ad imporre ammende cospicue;

A verificare se l’esercizio commerciale posto tra via Prè e salita San Giovanni, al civico 184-186 rosso, una volta latteria, non solo disponga di licenza commerciale idonea e merceologicamente regolare, ma se rispetta gli orari di chiusura secondo l’ordinanza, in quanto viene ripetutamente segnalato dai cittadini agli organi preposti come uno dei punti di maggiore aggregazione di extracomunitari e teatro di scene di tensione e violenza.

Il Capogruppo Edoardo RIXI

Lascia un commento