Ordine del giorno utenze campi nomadi a Genova

Al Sindaco di Genova

ORDINE DEL GIORNO

VISTO quanto emerso relativamente alle utenze elettriche dell’anno 2012 e idriche dell’anno 2012   dei campi nomadi di via Adamoli e Bolzaneto pagate, anzi, “offerte dai genovesi”, secondo dichiarazione dell’Assessore ai Servizi Sociali per un totale di 200.000 euro che moltiplicato per 8 anni di mancati pagamenti  porta ad oltre 1.600.000 euro;

CONSIDERATO che si ritiene  quanto sopra un gravissimo atto verso tutti i genovesi che pagano le tasse e stanno vivendo il dramma di una spaventosa crisi economica;

TENUTO CONTO che è notizia di questi giorni di 36 famiglie di Sampierdarena alle quali Mediterranea delle Acque ha tolto l’erogazione dell’acqua per la morosità di alcuni inquilini, per non parlare delle azioni di Equitalia impegnate a pignorare beni a cittadini travolti dalla crisi economica ed impossibilitati di far fronte alle tasse;

IMPEGNA IL SINDACO

-Ad illustrare al Consiglio Comunale la Sua posizione in merito al problema nomadi, particolarmente sentito dalla cittadinanza, specie dopo le apprese notizie degli ultimi giorni;

-A verificare il criterio con il quale si sono utilizzati impropriamente fondi pubblici e se non ravvisabile da parte dei genovesi l’ipotesi di danno erariale;

-A chiedere che si stabilisca subito l’iter procedurale perché i nomadi dei campi su indicati provvedano al pagamento delle loro utenze e, in caso di morosità, procedere al pignoramento dei loro beni attraverso Equitalia ed alla sospensione dell’erogazione stessa, perché la vera integrazione si basa sui diritti e doveri per tutti i cittadini e non, come sino ad ora attuato, creando una sostanziale discriminazione a scapito dei genovesi che pagano le tasse, lavorano e rispettano leggi e regole.

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi