Pista ciclabile sul Canale Lunense, Pucciarelli (Lega Nord): “Il Comune di Sarzana è venuto meno ai suoi doveri nei confronti del territorio”

 

“In questi ultimi mesi, leggendo le tanto ripetute quanto prevedibili dichiarazioni del Sindaco di Sarzana Alessio Cavarra in merito a presunti ritardi, incapacità e lentezze di Regione Liguria, mi ero quasi convinta che avesse ragione e noi fossimo quelli sempre, e comunque, in difetto rispetto al Comune”: ad affermarlo è il consigliere regionale Stefania Pucciarelli.

L’esponente della Lega Nord prosegue:  “A ciò poi si sono aggiunte le polemiche strumentali di Michelucci e Paita del Pd, che volevano far passare l’idea di un certo disinteresse da parte di Regione Liguria nei confronti di un Comune noto per avere una forte tradizione di sinistra.

La pista ciclabile sul Canale Lunense, ad esempio, al cui progetto il Comune di Sarzana fa da capofila coinvolgendo i limitrofi S. Stefano, Castelnuovo e Ortonovo, non si potrà terminare in tempi brevi, per lo meno con un contributo regionale, perché il Comune di Sarzana è venuto meno ai suoi doveri nei confronti del territorio”.

“Infatti – spiega il consigliere regionale –  su richiesta degli stessi enti coinvolti nel progetto, che prima prevedeva soltanto poche tratte dotate di protezione, a seguito di un incidente che ha visto coinvolto un pedone caduto nel canale, Regione Liguria aveva stanziato 170 mila euro per l’estensione completa dei parapetti a protezione dei ciclisti. Tuttavia il Comune di Sarzana ha ‘perso il treno’, non assegnando entro il 30 giugno la progettazione dei parapetti e così il Ministero, costatando la mancanza di un capitolo di spesa, si è ripreso indietro i soldi dalla Regione”.

Prosegue Stefania Pucciarelli: “C’è da chiedersi se quest’opera rimarrà a questo punto incompiuta, visto che, ad oggi, non possiede i requisiti per la sicurezza di cui gli stessi Comuni hanno espresso il bisogno.
Mi domando cosa faranno a difesa dell’interesse dei propri territori i Comuni danneggiati dalla negligenza del Sindaco di Sarzana.
Quando il Sindaco Cavarra dovrà spiegare ai suoi cittadini e a quelli degli altri Comuni a cui ha tolto la possibilità di ottenere quei finanziamenti, perché un progetto milionario, lungo ed estenuante, sia di nuovo fermo, eviti per lo meno di dare, anche in questo caso, la colpa all’Ente Regionale”

Genovapost.it Mercoledì, 20 Luglio 2016