Porti, Rixi: “Rivendichiamo l’autonomia del territorio sulla governance”

Genova – “Con la mozione approvata oggi la Liguria rivendica la propria autonomia in tema di scelte sulla governance portuale che verrebbe a nostro avviso compromessa dalla riforma Delrio attualmente al vaglio del governo”: così è intervenuto l’assessore regionale allo Sviluppo Economico e ai Porti Edoardo Rixi in consiglio regionale durante la discussione della mozione sul Piano della logistica e della portualità.

Autonomia portuale – “Il consiglio ha approvato una mozione di buon senso – ha detto Rixi – peccato che il Pd non abbia fatto lo stesso dimostrando di essere supino alle decisioni del proprio ministro anziché di avere a cuore gli interessi del proprio territorio”. L’assessore Rixi, nel proprio intervento in aula, ha ricordato che “le realtà di maggior peso internazionale sono caratterizzate da una forte autonomia a livello di governence. I porti di Rotterdam, Anversa, Los Angeles, Shangai hanno un manager nominato a livello locale. Analogamente in Italia il presidente dovrebbe essere espressione anche delle comunità locali, compresi stakeholders pubblici e privati, dato che con esse si dovrebbe confrontare durante il proprio mandato”.

Territorio – Infine l’assessore Rixi ha ribadito: “La Liguria con i suoi tre porti deve essere ascoltata in questa fase di trasformazione senza dover rinunciare alle proprie peculiarità territoriali. Con l’approvazione di questa mozione la Liguria alza la voce e chiede di essere ascoltata. I traffici portuali della nostra regione possono diventare un traino importante per tutta l’economia del territorio”.
Tratto da Genovapost.com Martedì 29 settembre 2015