Proposta della Lega Nord «La città di confine diventi “lilla” con servizi per i diversamente abili»

VENTIMIGLIA. Anche la città di confine deve diventare una “Città lilla”, attrezzata per le persone disabili. Lo chiede Gianni Truffelli, della Lega Nord Ventimiglia, all’assessore Gabriele Campagna. «Da una giunta comunale giovane che punta a rilanciare Ventimiglia a livello turistico – dice Truffelli – ci si aspetta quell’occhio di riguardo in più anche per i giovani, e non, diversamente abili. Anche quest’anno è stato chiesto all’amministrazione di dotare le spiagge con servizi per poter consentire di godere di giornate di mare in autonomia e amicizia. A un disabile non bastano esclusivamente delle passerelle per essere indipendente. Ci sono alcuni ausili importanti come il “tiralo” (indicato per spiagge con pietre) o la “sedia job”, che permettono di entrare in acqua comodamente seduto senza la necessità di essere preso in braccio». «Truffelli ha ragione – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici – purtroppo i tempi burocratici non sempre coincidono con i nostri desideri. Oltre alle passatoie cercheremo di mettere almeno una copertura leggera, probabilmente nell’area di via Lamboglia, per garantire una zona d’ombra».

Tratto da il Secolo xix – Imperia 22-07-15