Pucciarelli attacca Paita: “Il Pd non difende i diritti degli italiani”

Polemica nata dalla legge ‘antimoschee’ proposta in Regione dalla Lega Nord. L’esponente del Carroccio: “Difficile capire certe cose perché ha vinto le primarie con il voto degli stranieri”.

Liguria – La nuova legge regionale ‘antimoschee’ proposta dalla Lega Nord non piace al Pd, che l’ha apertamente criticata con la capogruppo Raffaella Paita. Ed è scattata la polemica con l’esponente del Carroccio Stefania Pucciarelli, che ha voluto premere il resto della sicurezza pubblica e la vivibilità dei quartieri. La pasionaria verde ha invitato la Paita a “stare serena, perché i soldi pubblici spesi per emanare leggi in tal senso sono ben spesi. Certo, se devo analizzare come invece la precedente amministrazione ha utilizzato i soldi dei liguri, direi che per realtà di questo genere ne sono stati spesi anche troppi. Se poi la collega ritiene che chi, anche aprendo solo un centro culturale di matrice religiosa, non debba provvedere al sistema viario e alla congruità architettonica riguardo alle caratteristiche del paesaggio ligure, rispondo che per me è un requisito necessario e per di più è lo stesso che si richiede in materia edilizia pubblica e privata. Capisco che diventa difficile comprendere lo stato di insicurezza che la gente comune vive per chi ha vinto le primarie grazie al voto di stranieri, in continuità d’altronde a Renzi che allo stesso modo è diventato capo del Governo, ma invito la consigliera Paita a fare un giro in mezzo alla gente comune. E’ sempre più evidente comunque che il Pd abbia solo come obiettivo la difesa dei presunti diritti altrui a discapito dei diritti degli italiani”.
La gazzettadellaspezia Martedì 19 aprile 2016