Pucciarelli: “Lo stop ai libri scolastici? Una proposta di legge che deve seguire un iter preciso”

Liguria – Stefania Pucciarelli, consigliere regionale Lega Nord e Presidente della III commissione, risponde alle accuse della minoranza, in merito allo stop del Pdl a firma del consigliere Pastorino “La pratica è stata rimandata per diversi motivi: innanzitutto non c’era il tempo, in solo mezza giornata, di convocare le tre commissioni che avrebbero dovuto licenziare la pratica stessa. Secondariamente oltre ad essere stato richiesto il parere di incostituzionalità, doveva essere ancora analizzata la scheda tecnica normativa arrivata in sede di commissione proprio ieri e la scheda tecnica finanziaria che, ad oggi, non ci è ancora pervenuta da parte degli uffici competenti. Quindi non si tratta di una volontà di rimandare la pratica, ma di portare avanti un progetto di legge con serietà e correttezza, a garanzia dell’operato di tutti i consiglieri, indipendentemente dall’oggetto in questione”.

“Purtroppo mi accorgo giorno dopo giorno – spiega la Pucciarelli – che la minoranza trova appigli strumentali per far parlare di sé. Un esempio? Ieri in sede di III Commissione, della quale sono Presidente, è stato chiesto di poter portare il Pdl del consigliere Pastorino in consiglio regionale già il prossimo 29 settembre. L’urgenza però è decaduta nel momento in cui gli uffici della Giunta hanno spiegato che queste modifiche non sarebbero rientrate nel bando già in corso e quindi chiuso. Di conseguenza la legge sarebbe stata applicata a partire dal prossimo anno. E’ ovvio che i consiglieri di minoranza cerchino di far passare noi come i colpevoli di rallentare ogni loro iniziativa, ma tutte le pratiche, a maggior ragione quelle più importanti come le proposte di legge, devono obbligatoriamente seguire un iter preciso”.
Tratto da “Città della Spezia 24 settembre’15”