Rapallo: Lega Nord critica sull’accoglienza dei migranti nelle parrocchie

Dal direttivo della Lega Nord Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Apprendiamo dagli organi di stampa con un certo stupore che dopo lo scampato pericolo del collocamento dei clandestini all’interno degli alberghi dismessi e/o chiusi di Rapallo, oggi scopriamo che seguendo le parole di Sua Santità Papa Francesco la Diocesi di Chiavari e soprattutto la curia di Rapallo magicamente sull’onda emotiva del rimborso giornaliero, subito trova un posto accogliente per i cosiddetti migranti.

Ovviamente la solerte Curia in tanti anni di crisi non ha mai aperto le sue porte per i poveri Italiani che vivono anche a Rapallo in forte stato di disagio. Ribadiamo con forza e convinzione che prima si aiutano gli Italiani.

Siamo però felici che finalmente i cittadini “Ruentini” potranno passare dalla Casa della Gioventù, magari per portare i propri bambini a catechismo, al cinema o alla scuola materna e ammirare i nostri nuovi mantenuti, mentre i normali cittadini devono impazzire per guadagnare i famosi 35 euro giornalieri che qualche sempre presente cooperativa intascherà per la lucrosa gestione dei cosiddetti migranti.

Tratto da ‘Levantenews 19-09-15’