Regione: Alessandro Puggioni su cimitero per animali: “Venga ripristinato quello verso il santuario di Montallegro”

Genova – La possibilità di istituire cimiteri per animali di affezione da parte dei comuni liguri dallo scorso dicembre è legge. Il testo prevede l’inumazione degli animali (che non avessero funzioni produttive o alimentari ma solo affettive) e l’accoglimento delle ceneri, a patto che il proprietario si sia procurato un apposito certificato veterinario che escluda la presenza di malattie trasmissibili all’uomo o denunciabili ai sensi della vigente normativa statale ed europea. “Si tratta di una svolta epica nella legislatura – spiega il consigliere regionale della Lega Nord Alessandro Puggioni – che serve a facilitare l’apertura verso i cimiteri per gli amici a quattro zampe e un nuove strade all’arte funeraria anche in Italia”. Nel comune di Rapallo lungo la strada che porta al Santuario di N.S. di Montallegro, all’altezza della collina di Cerisola esiste un piccolo anfiteatro che versa in un completo stato di abbandono, distrutto dall’incuria, dove in passato la famiglia Molfino aveva iniziato a seppellirvi cani: “Oggi si vedono ancora disseminate in quell’area – dice Puggioni – diverse lapidi, anche all’inizio della mulattiera per Gravero. Chiedo quindi che, a seguito dell’approvazione della legge sui cimiteri per animali, il sindaco di Rapallo Bagnasco che in più riprese ha dimostrato un forte amore per gli animali, possa mediare con la proprietà del terreno, affinché venga riqualificato quello di Gravero, oppure che individui sul territorio comunale un’area idonea alla creazione di un nuovo cimitero. Credo sia un atto sensibilità nei confronti di tutti coloro i quali hanno sofferto per la perdita del proprio animale”.
Tratto da Genovapost Mercoledì 13 gennaio 2016