Regione, Capogruppo Lega Nord Alessandro Piana: Aggressioni, sugli autobus guardie giurate e telecamere

Regione, Capogruppo Lega Nord Alessandro Piana
Aggressioni, sugli autobus guardie giurate e telecamere
Le aggressioni sugli autobus di quest’estate sono state decisamente troppo. Un passeggero finito in ospedale in coma dopo un’aggressione, un’autista donna prima picchiata da una passeggera poi azzannata da un pitbull sono solo gli ultimi di una serie di episodi che stanno rendendo i mezzi pubblici di Genova poco sicuri. Ogni anno sono almeno una trentina gli episodi denunciati di violenze che si verificano sui mezzi pubblici genovesi. Tanto che i sindacati dei lavoratori di Amt avevano chiesto un tavolo di confronto con l’azienda per trovare soluzioni che possano garantire l’incolumità di chi guida (ma anche di chi viaggia). E il tavolo sembra aver dato i suoi frutti tanto che dalle prossime settimane, sulle linee che saranno considerate più a rischio e negli orari più delicati, saliranno le guardie giurate per controllare la situazione. Una scelta sperimentale che potrebbe dare il via anche alla selezione di personale diretto di Amt, adeguatamente formato ed abilitato per il controllo sugli autobus. Dal confronto tra le parti è emersa tutta l’insicurezza nella quale lavorano gli autisti e la decisione presa dall’azienda è quella di acquistare nuove vetture solo se complete di cabine protette e sistemi di videosorveglianza. Amt ha già fornito alla Questura di Genova l’elenco delle linee più a rischio in base alle zone ed alle fasce orarie La Questura si è impegnata ad adottare alcune misure di prevenzione e, se fosse necessario, di repressione. Inoltre i mezzi già in servizio, oltre a quelli nuovi, verranno dotati di dispositivi perla migliore chiusura e protezione del posto di guida caso di aggressione al personale, l’azienda si costituirà parte civile per il risarcimento del danno causato dall’aggressore, fermo restando la stipula di polizze assicurative per le lesioni ai danni al dipendente in servizio.
Proprio ieri mattina in consiglio regionale è stata affrontata la questione della sicurezza SUi mezzi pubblici genovesi e la questione è stata anche centro di tensioni tra maggioranza e opposizione. Mentre il documento presentato dal Pd che si riferiva alla violenza sull’autista azzannata da un pitbull è stata  approvata con li voto dei gruppi di maggioranza, il testo presentato dal capogruppo della Lega Nord Alessandro Piana sull’aggressione al passeggero a Caricamento non ha trovato l’appoggio di Ms5 e Pd «Invece di essere tutti solidali e condannare all’unanimità Il grave fatto, la minoranza ha preferito ancora una volta dimostrare quella  immaturità polltica che un partito moderno non dovrebbe avere» ha commentato Piana.
Tratto da ‘IlGiornale 09-09-15’