Regione, Fondo di Garanzia Regionale attiva 80 milioni di euro per le piccole e medie imprese

“L’obiettivo è mettere in circolo tutte le risorse provenienti dai Fondi europei per generare investimenti e occupazione sul territorio, abbattendo le difficoltà di accesso al credito che colpiscono maggiormente le imprese di piccole e medie dimensioni”. Lo ha detto l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Edoardo Rixi durante la presentazione del Fondo di garanzia per le imprese – Tranched cover costituito con l’impiego di 6,5 milioni di euro di Fondi Por-Fers 2007-2013 attraverso Filse.

“Con l’istituzione del Fondo – spiega l’assessore Rixi – abbiamo impiegato tutte le risorse ancora a disposizione della Liguria derivanti dai Fondi Por Fesr del precedente programma, senza lasciare che neppure un euro non fosse impiegato nel tessuto produttivo del nostro territorio. Come Regione Liguria vogliamo che ridare ossigeno alle micro, piccole e medie imprese che rappresentano oltre l’80% del nostro sistema produttivo garantendole nei confronti degli istituti bancari”.

Attraverso il Fondo di garanzia messo a disposizione dalla Regione, Banca Carige, Banca Monte dei Paschi di Siena ed Unicredit – le tre banche che si sono aggiudicate la convenzione tramite bando con la supervisione dell’Abi e che sono risultate le uniche ad avere i requisiti per l’attivazione dello strumento finanziario tranched cover– potranno essere erogati finanziamenti fino a 80 milioni di euro. Il Fondo consentirà alle Pmi liguri di poter accedere, a garanzie gratuite e tassi di interesse scontati, per nuovi finanziamenti per piani di sviluppo aziendale, fabbisogno di liquidità, scorte e capitalizzazione, riequilibrio finanziario.

“Sono particolarmente contento poiché non solo è la prima volta in assoluto che viene attivato in Liguria questo tipo di strumento  – ha spiegato il presidente di Filse Pietro Codognato Perissinotto, ma soprattutto perché offriamo un concreto aiuto alle micro, piccole e medie imprese liguri garantendo loro credito non solo per investimenti , ma anche per far fronte al riequilibrio finanziario ed al fabbisogno quotidiano di liquidità. Occorre favorire la creazione di un contesto produttivo competitivo sano per consentire al nostro sistema imprenditoriale di recuperare e tornare ad investire nello sviluppo della regione.  Lo strumento del Tranched si inserisce in un nuovo e più ampio quadro di nuovi strumenti finanziari, come il Fondo Strategico Regionale, su cui stiamo lavorando molto in questi mesi con Regione ed il sistema bancario”.

Le domande possono essere presentate tramite l’applicativo bandi on line, accessibile dal sito www.filse.it fino al 31 ottobre per importi di finanziamento tra i 25 mila e 1 milione di euro, per la durata tra i 18 e i 60 mesi.

Tratto da Savonanews 20-01-16