Sicurezza l’arringa di Alessio Piana: Sampierdarena aspetta asncora che Tursi mantenga le promesse

Sicurezza l’arringa di Piana (Lega Nord): Sampierdarena aspetta asncora che Tursi mantenga le promesse
Era il 14 gennaio del 2014 quando il consiglio comunale genovese impegnava la giunta con un documento articolato per risolvere alcune delle principali criticità del quartiere di Sampierdarena: sei mesi per dare risposte concrete. Ma dopo venti mesi di attesa molte delle “promesse” sembrano rimaste lettera morta. La Lega Nord ieri ha ripreso quel documento e chiesto spiegazioni a palazzo Tursi. Il pacchetto di proposte mirava a “individuare nuove funzioni urbane qualificanti del territorio contestualmente alla realizzazione di singole azioni di intervento funzionali ad un miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini” e, ancora “una riqualificazione completa del quartiere che guardi al futuro partendo da ciò che c’è di qualificante: polo scolastico importante, teatro Modena e ospedale Villa Scassi”.“Non è stato fatto praticamente nulla di quanto promesso commenta Alessio Piana capogruppo della Lega Nord in sala rossa. Ma i partiti i tavoli interassessori tra Comune e Municipio, mai visto il piano di mobilità interna e di accesso al quartiere, nessun avanzamento per la zona franca urbana, mai istituito il comitato municipale per la sicurezza urbana e lavori mai iniziati per la ex biblioteca Gallino. Sono alcuni dei punti messi in agenda del Comune per risolvere l’emergenza della delegazione di ponente, a questo si aggiungano i problemi di insicurezza e la continua presenza di campi abusivi e ben sette casi di aggressioni da settembre a oggi. L’impegno della giunta su Sampierdarena latita ma la situazione di vivibilità del quartiere appare sempre più approssimativa”.A rispondere a Piana è stata l’assessore alla legalità Elena Fiorini che ha ricordato alcuni numeri riferiti all’attività di repressione ricordando che presto arriveranno nuove telecamere di sorveglianza in diverse strada della delegazione: “Da luglio abbiamo comminato 89 sanzioni per violazioni dell’ordinanaza contro l’alcol e abbiamo proseguito con gli sgomberi, ultimo dei quali il 14 agosto scorso sulla rampa della sopraelevata”.
Tratto da Il Giornale 30-09-15