Stop della Consulta alla abolizione province, il Segretario Sonia Viale: “Ennesimo errore assurdo del governo Monti”

“L’ennesimo errore assurdo del Governo Monti, evidenziato anche dalla Consulta”. Così commenta Sonia Viale, Segretario Nazionale della Lega Nord – Liguria, la bocciatura del decreto legge del governo Monti sulla eliminazione delle province. “Più volte, negli ultimi mesi, la Lega Nord aveva sottolineato l’assurdità della riforma del governo tecnico guidato da Mario Monti, facendo notare che le province sono un organo previsto dalla Costituzione, ergo non eliminabili con il colpo di spugna, dal giorno alla notte, con un decreto legge. Quanto da noi sempre sostenuto ha trovato conferma dalla sentenza della Corte Costituzionale, che ha confermato le ragioni di chi si opponeva a quel provvedimento e, di fatto, ha dimostrato che, per colpa di Monti e dei tecnici, si sono persi quasi due anni, in cui è regnata l’assoluta incertezza nei riguardi del ruolo e delle sorti degli enti provinciali, con conseguente danno e disagio per il territorio e per la gente”.
“Ora, così come i ministri tecnici sventolarono in conferenza stampa un foglietto con l’elenco delle province tagliate, oggi il governo PD-PDL spera di aver risolto il problema semplicemente con un ddl costituzionale che elimina il termine provincia”, prosegue. “Ma quali sono le risposte alla paralisi nell’erogazione dei servizi sui territori quali il riscaldamento delle scuole?  la sentenza ed il provvedimento di oggi non risolvono il problema, anzi lasciano allo sbando amministrazioni e cittadini, poiché con le risorse tagliate le province dovranno comunque garantire i servizi di competenza, svolgere la funzione di presidio del territorio. E il destino delle province commissariate?”
“Come chiaramente espresso nel programma del nostro movimento, e come ribadito in numerose occasioni e in tutte le sedi, la Lega Nord è convinta che sia necessaria una riforma organica dello Stato e delle sue istituzioni, non individuando nella sola eliminazione delle province la panacea per risolvere i mali. Almeno la Lega, a differenza di tutti gli altri, tenacemente ci ha sempre provato, e ancora oggi è l’unica forza che propone un progetto realizzabile di riforma nonostante la palude romana: la Macroregione. Non  abbiamo bisogno di ulteriori scelte errate come quelle di Monti, e di  provvedimenti manifesto. Bene fanno gli eletti della Lega Nord a sollevare il problema di come fare a garantire i servizi da dare ai cittadini. In questo momento di caos istituzionale provocato dal governo dei professori, la Regione ed il Governo devono incontrare immediatamente anche i rappresentanti delle province liguri”, conclude il Segretario ligure della Lega Nord Sonia Viale.