Treni-scuola. Consigliere Regionale Alessandro Puggioni: “Modelliamo gli orari ferroviari su quelli scolastici”

Treni-scuola. Consigliere Regionale Alessandro Puggioni: “Modelliamo gli orari ferroviari su quelli scolastici”
Alessandro Puggioni (consigliere Lega Nord – Regione Liguria): «Il nuovo anno scolastico per gli studenti del Tigullio è iniziato nel peggiore dei modi. Oltre alla mancanza di insegnanti di sostegno e di una organizzazione scolastica che fa letteralmente acqua da tutte le parti, conseguenza della cosiddetta riforma sulla ‘Buona Scuola’ del premier Renzi, i ragazzi, al suono della campanella, sono costretti a fare una corsa contro il tempo per salire sull’unico treno regionale che li porta a casa poiché, nell’eventualità lo perdano, sono costretti ad attendere ore prima di salire sul convoglio successivo. In qualità di consigliere regionale mi unisco alla richiesta portata avanti dai sindaci di Zoagli, Rapallo, Santa Margherita e Portofino indirizzata ai vertici regionali di Trenitalia, affinché venga modificato l’orario dei treni regionali, proprio per andare incontro alle esigenze degli studenti».Il ritorno a casa dopo una mattinata trascorsa sui banchi di scuola è diventata un’impresa titanica per i gli studenti del Tigullio. I treni sono pochi e per di più gli orari non sono allineati alle loro esigenze. In particolare, ad essere messi sotto accusa sono i treni che partono da Chiavari diretti verso Santa Margherita, Rapallo e Zoagli, che dopo le 13 non circolano più per un paio di ore. «E’ davvero prioritario – spiega Puggioni – andare incontro alle esigenze di questi studenti. Servirebbero convogli in circolazione dopo le 14, anche perché in questo modo l’orario sarebbe allineato alle esigenze dei ragazzi delle superiori, che con l’eliminazione del sabato e il prolungamento degli orari negli altri giorni della settimana, hanno necessità di una copertura proprio in quella determinata fascia oraria. Inoltre credo sia necessaria maggiore attenzione nella creazione degli orari, dando precedenza a pendolari e studenti e non guardando il solo business». Il consigliere leghista comunque apprezza l’intervento dell’assessore Berrino per aver inserito il ‘bonus’ agli abbonati per i disagi subiti e plaude l’intenzione di aprire un confronto tra Regione, Comuni, Trenitalia e Rfi, in previsione della sottoscrizione del nuovo contratto di servizio con Ferrovie dello Stato. «Condivido inoltre la presa di posizione del presidente Toti – conclude Puggioni – che si oppone al taglio degli Intercity tra Torino, Genova e Milano annunciato da Ferrovie dello Stato a partire da dicembre prossimo».
Tratto da Levantenews 29-09-15