Welfare, dalla Regione 523 mila euro per i servizi alla prima infanzia

Il finanziamento riguarda le strutture private accreditate, Viale: “Un ulteriore contributo concreto anche per la riduzione delle rette a carico delle famiglie”

Liguria. Approvato dalla Giunta regionale, su proposta della vicepresidente e assessore alle Politiche sociosanitarie Sonia Viale, lo stanziamento di 523 mila di euro per i servizi educativi per la prima infanzia, ai centri bambine e bambine e ai servizi domiciliari.

“L’offerta di servizi rivolti alla prima infanzia – commenta la vicepresidente Viale – è essenziale per la conciliazione lavoro-famiglia. Le risorse messe a disposizione dalla Giunta sono finalizzate al sostegno dei costi di gestione anche nella prospettiva della riduzione dell’importo delle rette a carico delle famiglie per i servizi dedicati alla prima infanzia di strutture private accreditate”.

“Nell’integrazione dei servizi sociosanitari, che stiamo affrontando nella riforma, intendiamo anche predisporre misure ad hoc rivolte alle famiglie per dare un concreto supporto ai genitori” conclude Viale.

Lo stanziamento si aggiunge ai 2,5 milioni di euro, deliberati a marzo, per i servizi educativi comunali per la prima infanzia per l’ampliamento di nido e micronido pubblici, estensione degli orari di attività e riduzioni delle rette.