14.02.14 – Incontro pubblico a Palazzo Tursi

Oggi Venerdì 14 Febbraio’14 alle ore 17.00 presso Palazzo Tursi Via Garibaldi, 9 a Genova si svolgerà un incontro pubblico, organizzato dal Capogruppo della Lega Nord in Comune Edoardo Rixi, con la partecipazione degli Eletti nelle Istituzioni, il Segretario Nazionale Sonia Viale, il Segretario Provinciale di Genova Franco Senarega e il Presidente Onorario della Lega Nord Liguria Bruno Ravera, sul tema “Giunta Doria, 18 mesi di indifferenza!”

Partecipate numerosi!

                                                           Genova, 14 febbraio ’14

COMUNICATO STAMPA

 

Giunta Doria:18 mesi di indifferenza

Venerdì 14 febbraio Incontro pubblico a Palazzo Tursi ore 17:00

Rixi: “La Giunta Doria ha trasformato Genova da Superba a Cenerentola della Liguria”.

Il 23 maggio 2012 a Palazzo Tursi si insediava la Giunta Doria: il marchese rosso aveva vinto il ballottaggio alle elezioni amministrative con il 59,71%  di consensi su un solo 39,08 degli aventi diritto presentatisi al voto. Una vittoria né trionfale né entusiasmante ma che avrebbe dovuto rappresentare una discontinuità amministrativa in una Genova profondamente segnata dalle due alluvioni di Sestri prima e del Fereggiano poi.

Purtroppo i primi dati sono eloquenti sul piano di produttività amministrativa:

il numero delle deliberazioni approvate nei primi 18 mesi da questa Giunta sono 567, a fronte –  sempre nei primi 18 mesi- delle 767 della Giunta Vincenzi e delle 2245 della Giunta Pericu (comprensivi degli atti dell’Avvocatura quali autorizzazioni, ricorsi e controricorsi al TAR che, invece, dal 2007 vengono approvati con atto dirigenziale).

Ma quanto sono costate ai Genovesi queste delibere? Al di là dei contenuti (Aumenti su Tares e Imu), per approvare questi atti ci sono volute ben 306 (567 delibere) commissioni consiliari mentre nello stesso periodo la giunta Pericu ne aveva tenuto 201 (2245 delibere) e quella Vincenzi 278 ( per 767 delibere) con un forte aggravio dei costi per i contribuenti. Sul fronte della produttività il Sindaco nell’ultimo anno (2013)  ha effettuato ben 8 sopraluoghi in città.

Dall’inizio del mandato il Gruppo Lega Nord ha presentato: 85 mozioni ( 8 risposte), 66 interpellanze ( 6 risposte) e 462 interrogazioni  (171 risposte) quindi a fronte di un totale di 613 atti la Giunta si è degnata a darci solo 185 risposte nonostante  l’obbligo di rispondere alle iniziative dei consiglieri entro 30 giorni come previsto dalla legge nazionale. Abbiamo prodotto circa il 10% in più di quanto prodotto dall’intera giunta che ricordiamo è composta da 11 assessori ed un Sindaco. Nell’ultimo anno, spesso in compagnia di consiglieri municipali,  il nostro gruppo ha effettuato oltre 20 sopraluoghi su frane, viabilità, sicurezza e degrado. Quanto è costato il gruppo Lega nord ai contribuenti in 18 mesi? molto meno della giunta in tutto poco più di 1000 euro e senza essere grillini.

In 18 mesi la sicurezza in ogni delegazione è di gran lunga minore rispetto a prima; il commercio cittadino è morente. I mercati comunali coperti in situazioni di degrado, mettono in difficoltà gli esercenti e disincentivano il già scarso afflusso dei clienti. Vi sono zone dove anche le botteghe storiche hanno dolorosamente abbassato per sempre le serrande, dove grandi catene hanno chiuso e lasciato il posto a mega negozi di cinesi che ormai stanno occupando Genova commercialmente. Negli ultimi dieci mesi 628 negozi e 333 imprese di ristorazione hanno chiuso. Proliferano invece i mercatini illegali come quello di via Turati e del porto antico. Continua l’agonia del Teatro Carlo Felice e dell’AMT senza che la giunta intervenga con piani di rilancio credibili mentre abbiamo svenduto le nostre posizioni di controllo in IREN che erano determinanti per le politiche dei servizi pubblici. Nessun nuovo piano della mobilità o sul commercio, nessun rilancio delle infrastrutture, del Porto o delle realtà industriali genovesi. Il nostro Aeroporto è stato declassato e di gronda e terzo valico non se ne parla neppure più. E’ scoppiata  “l’emergenza percolato di Scarpino” più volte negata dall’amministrazione e lo scandalo in AMIU. Il territorio da un punto di vista idro-geologico è ulteriormente peggiorato, strade e marciapiedi versano in un degrado che mette a rischio cadute motociclisti e pedoni.  Spazi pubblici, parchi e giardini sono più discariche a cielo aperto che luoghi per i bimbi; i genovesi pagano tariffe e tasse elevatissime per servizi inefficienti ed insufficienti, ma in compenso scoprono che le utenze ai rom, nei campi autorizzati di Molassana e Bolzaneto, le paga il Comune: 1 milione e 600mila euro in otto anni.

Secondo un sondaggio di un quotidiano circa il 60% dei Genovesi ritiene la città poco sicura.

Questa Giunta ha fallito ! Con 18 mesi di indifferenza ha distrutto Genova e la sta radendo al suolo con una politica assente e lontana anni luce dalla realtà. Genova deve risollevare la testa e riprendersi la sua dignità: via il Sindaco – Marchese !

Si torni alla politica dei cittadini, per i cittadini, per un recupero sociale, urbano, economico, in sicurezza, con servizi efficienti ed un Palazzo Tursi come “casa di tutti” e non solo di chi fa dell’illegalità il proprio stile di vita.

Edoardo Rixi