Borghetto S. Spirito “Troppi furti in casa, pochi controlli” – il Consigliere leghista Pier Paolo Villa chiede maggiore impegno contro i ladri

Troppi furti e pochi controlli: così il consigliere comunale della Lega Pier Paolo Villa lancia l’allarme di quanto sta succedendo a Borghetto Santo Spirito. I furti si registrano non solo nella zona residenziale di Pineland ma anche nei palazzi di seconde case. L’esponente leghista chiede maggiore impegno alle forze dell’ordine.
Dice Villa: «Con la stagione estiva sono ripresi purtroppo tanti fenomeni di furto, specialmente in queste settimane a ridosso di ferragosto. Ogni giorno abbiamo diverse notizie e segnalazioni di questa tipologia di reato, che colpisce in eguale misura villeggianti e residenti. E’ evidente il collegamento tra questo fenomeno e la presenza nella cittadina di nomadi provenienti da campi rom delle regioni limitrofe, è però allo stesso tempo imbarazzante notare la rassegnazione della gente che sembra quasi abituarsi al fenomeno».
Aggiunge Villa: «Io credo che l’amministrazione comunale abbia il dovere di affrontare il problema con la massima urgenza, elaborando un progetto di massima condivisione al suo interno e di massima condivisione con le forze dell’ordine, al fine di dare ai suoi cittadini ed ai suoi ospiti la massima garanzia in tema di sicurezza. I cittadini si lamentano della scarsa presenza delle forze dell’ordine, specialmente proprio nel periodo estivo, bisogna tutti insieme ragionare per trovare una soluzione, partendo però a mio avviso da un coinvolgimento dei cittadini stessi, cercando di dare loro una nuova coscienza civica che li porti sempre più al fianco di chi ha il dovere di garantire la nostra sicurezza».
Villa conclude: «Sarà mia cura cercare di impegnare e coinvolgere tutte le forze politiche per trovare una strada condivisibile in questo senso, nel frattempo chiedo a cittadini ed ospiti di non farsi assalire dalla fobia di lasciare incustodite le proprie abitazioni, ma di prestare la massima attenzione a persone in atteggiamenti sospetti e di fare tempestive segnalazioni alle forze dell’ordine».

Lascia un commento