Incuria delle spiagge di Genova – Interpellanza del Consigliere Comunale Edoardo Rixi

Premesso che le spiagge genovesi presentano da tempo un annoso problema, da levante a ponente: quello dell’incuria, dell’abbandono delle stesse ad opera delle istituzioni preposte, lasciandole in balia di incivili che le invadono di bottiglie, residui di pranzi e cene, tappeti di cicche e rumenta d’ogni genere;

Considerato che una spiaggia investita da tale problema è quella di Bagnara, a levante : problematiche che si evidenziano ogni anno e scoppiano con l’estate, quando i bagnanti devono fare i conti con una spiaggia trasformata in mega contenitore rifiuti;

che l’altra spiaggia, questa volta a ponente, è quella di Voltri, trascurata e vissuta come territorio prevalentemente di sudamericani che vi imbastiscono luculliano grigliate serali accompagnate da fiumi di birra e alcolici, musiche a tutto volume, togliendo così quiete e sicurezza ai residenti, viste anche le frequenti risse che ne derivano tra i bivaccanti ubriachi, ed offrendo, l’indomani, ai bagnanti una spiaggia simile ad una succursale di “isola ecologica” AMIU, debordante d’ogni genere di immondizia;

SI INTERPELLA LA S.V.

Per conoscere :

quali sono gli impegni che la Giunta ha posto in essere per far fronte al degenerare delle spiagge oggetto della presente così come delle spiagge libere della costa genovese;

se, pur comprendendo la mancanza di fondi per attuare campagna di pulizia delle stesse, non si possa istituire, in sinergia con le scuole, con le varie associazioni di volontariato legate all’ambiente, delle giornate da dedicare alla pulizia arenili nonché, nel corso della stagione balneare, far sì che vi siano dei regolari controlli locali, magari attraverso l’utilizzo di volontari preposti, che segnalino alla Polizia Municipale o alle forze dell’ordine, criticità di un certo rilievo;

se esistono accordi con l’Autorità Portuale di Genova e la Polizia Municipale per lo svolgimento di passaggi mirati atti a sanzionare coloro che contribuiscono a danneggiare, con la loro inciviltà, le spiagge genovesi, nonché l’applicazione di quanto prescritto all’art. 3 dell’ordinanza balneare 2011.  

Il Capogruppo Edoardo Rixi      

Lascia un commento