Interpellanza su Condizione del Ponente Genovese

Genova, 22 Gennaio 2014

Prot. N.   722     /ac

  Al Signor Presidente del Consiglio regionale della Liguria
Sede

INTERPELLANZA

Oggetto: CONDIZIONE DEL PONENTE GENOVESE

Il sottoscritto Consigliere regionale

RILEVATO CHE il ponente genovese, ed in particolare la delegazione di Prà è stata recentemente al centro di una copiosa protesta che è confluita in una partecipata manifestazione ed in azioni di presidio e di contestazione tutt’ora in corso finalizzate a focalizzare l’attenzione delle Istituzioni ed in particolare del Municipio e del Comune di Genova su servitù e problemi mai risolti dei cittadini di Voltri, Prà e Pegli quali il Por, la presenza di amianto sulla fascia di rispetto e sul tracciato ferroviario portuale, l’allungamento della diga, i rapporti con il VTE, RFI e Società Autostrade, la presenza di campi nomadi abusivi

CONSIDERATO CHE l’atteggiamento e le risposte del Comune di Genova ed in particolare del Sindaco Doria sono state del tutto evasive ed insoddisfacenti ed hanno prodotto l’effetto di aumentare ancor più la tensione ed il distacco dei cittadini nei confronti della politica e delle istituzioni

CONSTATATO CHE l’Amministrazione regionale non può rimanere in disparte e data la totale mancanza del Comune ha il dovere di intervenire anche sostituendosi al Sindaco stesso

INTERPELLA  IL PRESIDENTE E LA GIUNTA REGIONALE

Al fine di sapere per quali motivi non affrontino direttamente e per quanto di competenza i disagi del ponente Genovese e non intendano instaurare un dialogo costruttivo con i cittadini e i comitati spontaneamente costituiti per giungere alla risoluzione di servitù e problemi non più tollerabili

Francesco BRUZZONE