Interrogazione su mercatino alimentare illegale metropolitana di Brin

Genova,6 /8/14

Prot. RS/2014/219

Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

VISTO
Che l’ultima news sul fronte abusivismo a Genova è rappresentata da un mercatino alimentare illegale presso la metropolitana di Brin;
Che tale mercatino pare presente da diverso tempo ed è stata regolarmente denunciata tale situazione agli organi competenti, ma che a tutt’oggi pare che nessuno abbia colto il messaggio;
TENUTO CONTO
Che la vendita di alimenti è soggetta e condizionata da leggi e regolamenti ben precisi, per questioni di igiene, è ovvio che in questo caso ciò che è legge viene sistematicamente disatteso: una mancanza perché un’Amministrazione non può eludere;
Che oltre alla vendita di cibo etnico, vi è anche un banco di frutta e verdura, anch’esso abusivo;
EVIDENZIATO che i residenti hanno anche fatto rilevare che durante la notte in tali spazi si verificano situazioni che disturbano la quiete pubblica, anche per l’abuso che i soggetti presenti fanno di sostanze alcoliche illegalmente vendute in tale suk alimentare;
INTERROGA LA S.V.
Per conoscere
Se la P.M. ha mai ricevuto segnalazioni al riguardo e se ha svolto controlli nella zona;
Se il rispetto delle norme igieniche per la vendita degli alimenti spetta solo ai commercianti italiani, spesso subissati da controlli ASL e caricati di tasse e obblighi al limite della sopportazione visti ormai gli esigui incassi e la miriade di tassazioni che inducono poi loro alla chiusura delle attività;
Dato che questi abusivi non solo non pagano le tasse, ma vengono meno al rispetto di regole commerciali e norme igieniche, se il Comune può tollerare queste violazioni;
Visto che ora comunque la notizia è rimbalzata anche sulla stampa locale, da parte del Sindaco e della Giunta è pensabile un’azione rivolta all’impedimento di tale ennesimo mercatino abusivo o sarà, invece, l’ulteriore conferma della totale assenza di questa classe politica al governo cittadino alla tutela dei suoi cittadini ma ben disposta a sostenere abusivi ed illegali.

IL CAPOGRUPPO
Edoardo Rixi