Interrogazione su prostituzione in città

Genova, 25/7/14
Prot. RS/2014/204
Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

RICORDATO
che il 19.6.2013 ho presentato alla Sua attenzione interrogazione RS/2013/198 con la quale Le evidenziavo l’espansione, a Ponente, del fenomeno della prostituzione: nonostante la L.241/90 non ho mai avuto alcuna risposta al riguardo;
Che il 23.10.2013 ho presentato nuovamente alla Sua attenzione un’interpellanza – PG/2013/323480- dettagliata sulle zone ormai “invase” dalla prostituzione, da levante a ponente della città e sollevando la questione perché nel Suo programma elettorale non è stata posta la minima attenzione al problema, tutt’altro che sconosciuto, visti anche i tentativi adottati dall’ex Sindaco Vincenzi, nel corso del suo mandato, per contrastare il fenomeno: anche tale interpellanza è caduta nel vuoto senza ottenere discussione in Sala Rossa;
Che il 14 maggio u.s. ripresento alla Sua attenzione una nuova interrogazione – RS/2014/142 – sulla prostituzione a Genova, centrando l’attenzione di via Pietro Chiesa, a Sampierdarena divenuto un punto pericoloso: anche a questa iniziativa nessun riscontro è pervenuto in merito;
VISTO che in data odierna, 21 luglio 2014, una testata locale ha posto in evidenza un “Ponente a luci rosse” per un’invasione di lucciole dell’Est europeo ed indicando tra le zone con maggior presenza di prostitute la Fiumara, Cornigliano, Sestri, Pegli e Multedo (come avevo a suo tempo rilevato un anno fa nell’interrogazione di giugno) e l’ovvia esasperazione dei residenti che si sentono “assediati” da dette presenze e dalle conseguenze di notti in bianco per urla e schiamazzi e per il degrado nel “the day after” alle nottate: dai residui di cibo, ai preservativi usati, dalle bottiglie di alcoolici abbandonate alle siringhe usate;
TENUTO CONTO
Che la situazione sta preoccupando anche il Presidente del CIV di Sestri;
Che il Presidente del Municipio Medio Ponente, invece, ha dato dimostrazione di maggiore ottimismo sostenendo che “di solito dopo una fase di forte presenza c’è una decisa regressione”: peccato che da un anno fa ad oggi vi è stata un’intensificazione del fenomeno;
SOTTOLINEATO
Che il perseverare da parte della Sua Giunta in un percorso politico di assenza sul fronte “sicurezza” non può che permettere l’espansione anche della prostituzione;
Che non va trascurato il tandem prostituzione-spaccio né tanto meno la spartizione del territorio dei vari gruppi criminali esistenti a Genova;
INTERROGA LA S.V.
Per conoscere
Se vi è da parte Sua una volontà politica atta ad affrontare il problema della prostituzione e di tentare di contrastarlo;
Quali sono stati, se ci sono stati, gli interventi messi in atto dall’Amministrazione Comunale sia sul piano oggettivo che di conoscenza delle situazioni, magari attraverso mappatura;
Come pensa di tutelare i cittadini ed i residenti delle zone maggiormente esposte alla presenza delle lucciole.

IL CAPOGRUPPO
Edoardo Rixi