La questione della moschea a Genova non torni ad essere trattata come una mera pratica urbanistica

PIANA (Segretario Provinciale Lega Nord): “La questione della moschea a Genova non torni ad essere trattata come una mera pratica urbanistica”.

Dopo oltre 100 giorni di assordante silenzio da parte del Sindaco Doria e della sua maggioranza su numerosi fronti, anche sul caso moschea nulla di fatto e di deciso!

“Apprendiamo con preoccupazione della volontà di allestire un luogo di culto provvisorio in via Coronata da parte della Comunità islamica. Sarebbe interessante conoscere
chi ha autorizzato questi interventi a fronte del fatto che non ci risulta che né il nuovo piano urbanistico comunale nè il vecchio piano regolatore classifichino le ex officine Passalacqua a servizi.
In quel sito ad oggi possono trovare sede solo attività artigianali e produttive, non luoghi di culto.
Dal 2007 ad oggi questo aspetto è sempre stato ben chiaro alla Amministrazione comunale tanto che l’aveva indotta a valutare altre ipotesi.
A quanto pare il Sindaco Doria, invece di affrontare apertamente il problema, ritorna alla strategia Pericu e cioè al trattare la questione come una mera pratica urbanistica, ma senza conoscere i contenuti degli strumenti di pianificazione dei quali il Comune di Genova, sempre sotto l’egida della sinistra, si è dotato.
Ci attiveremo da subito, – conclude Piana – sia in municipio che in Comune, per contrastare questa ipotesi e per risalire alle responsabilità e chiederemo ai cittadini di
Cornigliano e di Coronata di far sentire la propria voce e di darci la forza per contrastare questa iniziativa.

Lascia un commento