Manifestazione dei centri sociali a Genova – Interrogazione del Consigliere Comunale Edoardo Rixi

CONSIDERATOChe sabato 27 ottobre, ancora una volta, Genova “città della legalità e dei diritti” ha permesso agli appartenenti ai centri sociali di “okkupare” il centro storico e buona parte della città, attraverso una manifestazione;

INTERROGA LA S.V. Per conoscere Se si sono quantificati i danni che sono stati arrecati alla città, considerando i numerosi muri imbrattati con vernice e le telecamere di sorveglianza posizionate nei vicoli e nei punti strategici del centro “oscurati” da vernice scura;

Se si è considerato anche il danno economico, in un momento difficile, che i vari esercenti di Piazza Dante, Via XX Settembre, piazza De Ferrari, via XXV Aprile, via Garibaldi e via Cairoli hanno subìto, avendo dovuto chiudere i negozi per evitare danneggiamenti agli stessi;

Se si è quantificato anche il costo di denaro pubblico che un corteo di questo genere grava a danno dei contribuenti, tenendo presente che sabato sono stati impiegati un centinaio di agenti e carabinieri ed un buon numero di agenti di Polizia Municipale ai quali, mi riferisco a questi ultimi, è occorso il gran lavoro di blocchi o deviazioni alla circolazione sull’onda degli imprevedibili spostamenti del corteo;

Se è nell’immediato un intervento di pulizia della lapide commemorativa l’uccisione del procuratore generale Francesco Coco e della sua scorta, avvenuta l’8 dicembre 1976, vilmente imbrattata dagli stessi manifestanti.

Il Capogruppo Edoardo RIXI

Lascia un commento