Mozione su cibo avanzato ai canili e gattili

Genova, 9/7/14

Prot. PG/2014/203433

Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

MOZIONE

PREMESSO che in data 19.2 u.s. avevo presentato alla Sua attenzione la mozione PG/2014/50796 con la quale sottolineavo come, in un momento di crisi economica, anche per chi gestisce canili e gattili l’impegno in risorse monetarie è tutt’altro che agevole;
TENUTO CONTO
Che diversi cittadini, specie persone che lavorano nelle scuole, mi hanno fatto personalmente notare che nelle mense scolastiche, a fine pasti, il cibo avanzato è in notevoli quantità (come ad esempio il pesce cotto al forno, tendenzialmente poco gradito ai bambini) e che viene gettato nell’umido e compostati;
Che detto cibo gettato costituisce, ovviamente uno spreco che se riciclato per donarlo alle strutture che si occupano di “amici a quattro zampe” rappresenterebbe davvero un’opera egregia e di grande aiuto;
CONSIDERATO che quanto ipotizzato rappresenterebbe anche un insegnamento di grande senso civico per i bambini stessi, futuri uomini del domani: far loro comprendere che il consumismo e lo spreco non rappresentano un modello da imitare, ma in questo caso, è possibile fare un gesto utile agli animali;
INTESO che certamente per poter dar corso ad un tale iter sono necessari dei cambiamenti a regole e iter burocratici legati alle varie forniture di cibo nelle scuole, così come negli ospedali, ma se vi è la volontà istituzionale di procedere verso una politica convintamente contro gli sprechi e volta ad aiutare coloro che si occupano di cani e gatti in idonee strutture e che hanno la generosità di averli accuditi, magari liberati da dolorosi e traumatici abbandoni, violenze e randagismo, ritengo che si troveranno metodi, norme e procedure per procedere in tal senso;
EVIDENZIATO che in diversi municipi, i consiglieri della Lega Nord presenti, a rafforzo della mia suindicata mozione, hanno presentato in questi mesi identica iniziativa e tutti i Municipi in cui è approdata è stata approvata all’unanimità: segno evidente che è una proposta molto sentita da tutte le forze politiche;
IMPEGNA IL SINDACO
A valutare con attenzione e sensibilità la proposta, valutando se esiste all’interno della Giunta, così come è stato dimostrato nella maggior parte dei Municipi, la volontà di affrontare un tale progetto;A verificare con la Presidenza della Regione Liguria se esistono margini di intervento, anche a livello normativo, per dare concretezza a quanto sopra;
A fornire comunque un riscontro al Consiglio, e, quindi, alla città tenendo presente che quanto fin qui esposto è frutto di suggerimenti e indicazioni che numerosi cittadini si sono impegnati a fornirmi, rispettosi del senso civico che insegna a non sprecare e ad aiutare gli altri, compresi gli “amici a quattro zampe”

IL CAPOGRUPPO
Edoardo Rixi